Questo sito richiede JavaScript per funzionare correttamente. Si prega di abilitare JavaScript nel browser e ricaricare la pagina.
Quando la flessibilità coincide con la supply chain, nuovi strumenti per il polo logistico Zalando

Percorsi di inserimento per i lavoratori e nuovi strumenti di lavoro: siglato l’accordo tra Zalando, Fiege e Cigil




Trend

Quando la flessibilità coincide con la supply chain, nuovi strumenti per il polo logistico Zalando

22 Ottobre 2020

Sensibilizzare le grandi realtà logistiche – e non – e la supply chain logistica verso la flessibilità lavorativa per i propri dipendenti è una delle varie battaglie che le associazioni e i sindacati continuano a portare avanti nel corso degli anni

Per questo motivo è stato stilato un accordo aziendale sottoscritto da Fiege e-commerce logistics e Filt-Cgil e Nidl-Cgil di Verona, in riferimento all’hub logistico di Nogarole Rocca che gestisce la logistica per l’e-commerce di Zalando.

In particolare, l’accordo si focalizza su diversi punti da rispettare:

  • Stabilizzazione dei lavoratori attualmente precari;
  • Limitazione del periodo di prova;
  • Più pause durante l’orario di lavoro;
  • Maggiore flessibilità di impiego per adeguare la forza lavoro alle variazioni dell’attività da svolgere.

L’accordo è stato raggiunto dall’azienda e dai sindacati, e ha come obbiettivo quello di attuare una maggiore stabilità nei rapporti di lavoro, favorire i percorsi per l’inserimento dei nuovi assunti e offrire strumenti di flessibilità.

Grazie a queste attività, è possibile per i lavoratori del polo logistico di Nogarole Rocca – avviato nel 2019 – di gestire al meglio la qualità forza-lavoro e di godere a pieno di alcune semplici norme meno rigide.

Vuoi conoscere in anteprima le notizie pubblicate su Logisticamente.it?

Ricevi la newsletter gratuita per rimanere aggiornato sulle ultime novità del mondo della logistica





A proposito di Trend