Questo sito richiede JavaScript per funzionare correttamente. Si prega di abilitare JavaScript nel browser e ricaricare la pagina.
Sviluppi per la logistica sanitaria in Italia: le strategie di DHL Supply Chain

Via alle due nuove unità logistiche per potenziare il settore sanitario italiano con DHL Supply Chain




Outsourcing

Sviluppi per la logistica sanitaria in Italia: le strategie di DHL Supply Chain

8 Luglio 2020

Per servire i clienti con soluzioni logistiche, magazzini attrezzati e servizi creati su misura, DHL Supply Chain ha deciso di mettere in atto una strategia di specializzazione per la logistica sanitaria.
Rispondere in modo rapido alle diverse esigenze del mercato farmaceutico e dei loro punti vendita è uno dei principali obiettivi posti dalla divisione aziendale, leader globali nella gestione di supply chain e nella logistica di terze parti.

È per questo motivo che DHL Supply Chain ha annunciato di voler potenziare la logistica farmaceutica tramite la separazione di due divisioni della Business Unit Life Sciences & Healthcare. È da qui che sono nate le due unità: Pharma Retail & Medical Devices e Hospital & Specialty Pharma.

La prima, Pharma Retail & Medical Device, abbraccia il mercato logistico del farmaco generico e dei prodotti destinati alle farmacie. Guidata da Alberto Pizzi, cha da anni ricopre incarichi importanti nel settore Life Science & Healthcare, l’unità è rivolta al mercato medicale.

La seconda, Hospital & Specialty Pharma, è invece orientata verso le soluzioni per il comparto biopharma e specialty pharma. Guidata da Pina Putzulu, operatrice che vanta ruoli di prestigio e responsabilità in ambito Sales, Strategy&Marketing, l’unità è dunque rivolta al canale ospedaliero.

“Con questa decisione vorremmo continuare a supportare i nostri clienti con una strategia di business più mirata, quasi unica sul mercato”, ha spiegato Antonio Lombardo, presidente e amministratore Delegato di DHL Supply Chain Italy.





A proposito di Outsourcing