Questo sito richiede JavaScript per funzionare correttamente. Si prega di abilitare JavaScript nel browser e ricaricare la pagina.
Il futuro della sicurezza sul lavoro nella logistica: l'impegno dello SPISAL

In risposta all'aumento degli infortuni nel settore logistico, lo SPISAL dell’Ulss Dolomiti ha lanciato una serie di progetti per garantire ambienti di lavoro più sicuri e sani per i dipendenti. Scopri di più




Outsourcing

Il futuro della sicurezza sul lavoro nella logistica: l’impegno dello SPISAL

11 Maggio 2023

In concomitanza con la Giornata mondiale per la salute e la sicurezza sui luoghi di lavoro, celebrata il 28 aprile 2023, lo SPISAL (Servizio Prevenzione Igiene Sicurezza Ambienti di Lavoro) dell’Ulss Dolomiti ha avviato il primo dei tre progetti inseriti nel Piano di Prevenzione 2020-2025 della Regione Veneto.
Questi interventi mirano a migliorare la prevenzione e la vigilanza fino al 2025 nei settori della logistica, metalmeccanica e del legno, ambiti che hanno registrato un incremento degli infortuni e delle malattie professionali negli ultimi anni e che richiedono un’attenzione particolare.

Incontro con le aziende del settore logistico

Il primo evento organizzato da SPISAL ha coinvolto circa 30 aziende del settore logistico presso il nuovo hub vaccinale di Salce – Belluno.
All’incontro erano presenti i datori di lavoro e i loro consulenti in materia di sicurezza, oltre a rappresentanti di associazioni di categoria e organizzazioni sindacali.
Durante l’appuntamento sono state presentate le finalità del progetto, i temi che saranno oggetto di approfondimento nella successiva vigilanza e una check list di autovalutazione predisposta da un gruppo di lavoro regionale.
Tale strumento potrà essere utilizzato dalle singole aziende per evidenziare gli aspetti da monitorare attentamente.

Supporto e ispezioni da parte dello SPISAL

Dopo la fase informativa, le aziende potranno rivolgersi allo SPISAL nei prossimi mesi per chiarimenti o approfondimenti, in una fase di assistenza.
A partire da ottobre 2023, seguirà una fase ispettiva con sopralluoghi da parte del personale tecnico e sanitario dello SPISAL, per verificare il rispetto delle normative in materia di igiene e sicurezza sul lavoro.
Questo permetterà alle imprese di effettuare l’autovalutazione e, se necessario, di attuare azioni correttive.

Condivisione dei risultati e conclusioni

L’ultima fase del progetto, prevista per il 2025, consisterà in un nuovo incontro con le aziende per divulgare e condividere i risultati ottenuti e le conclusioni raggiunte.
Questa iniziativa si inserisce in un contesto di crescente attenzione verso la sicurezza e la prevenzione nei luoghi di lavoro, soprattutto in settori ad alto rischio come quello logistico.

Vuoi conoscere in anteprima le notizie pubblicate su Logisticamente.it?
Ricevi la newsletter gratuita per rimanere aggiornato sulle ultime novità del mondo della logistica





A proposito di Outsourcing