Bloccato il fermo del 4 aprile annunciato dal personale dell’autotrasporto mentre prosegue il tavolo di confronto con il Ministero delle Infrastrutture e della mobilità sostenibili




Trasporti Nazionali e Internazionali

Prosegue il dialogo tra le associazioni di autotrasporto e il Mims: bloccato il fermo del 4 aprile

23 Marzo 2022

Paolo Uggè, presidente di Fai-Conftrasporto, ha annunciato la sospensione del blocco del personale dell’autotrasporto inizialmente previsto per il 4 aprile annunciando contestualmente le assemblee territoriali in tutta Italia.

La misura è stata stabilita in seguito all’approvazione del ”Decreto-legge sulle misure urgenti per contrastare gli effetti economici e umanitari della crisi ucraina” approvato dal Consiglio dei Ministri che fa arrivare a 640 milioni di euro le risorse destinate a questo settore gravemente colpito dal caro carburante.

Inoltre, il decreto prevede una riduzione delle accise sul gasolio per autotrazione oltre a un affinamento delle regole nel rapporto tra autotrasporto e committenza già condivise nel Protocollo d’Intesa e al rifinanziamento per il 2022 di ”marebonus” e ”ferrobonus”.

Il decreto prevede anche l’esonero per il 2022 del contributo dovuto dalle imprese all’Autorità di regolazione dei trasporti e al rafforzamento per ulteriori 20 milioni per sostenere il costo pedaggi e la riduzione delle spese non documentate.

Tra le norme più attese troviamo l’inserimento nei contratti di trasporto della clausola di adeguamento del corrispettivo che tiene conto dell’aumento del prezzo del carburante.

Per quanto riguarda i contratti stipulati in forma scritta la clausola scatta nel momento in cui il costo del carburante registri una variazione di almeno il 2% del valore preso a riferimento al momento della stipula del contratto o dell’ultimo adeguamento effettuato.

Mentre per i contratti di trasporto merci in forma non scritta si prevede che il corrispettivo venga definito in base ai valori indicativi di riferimento pubblicati sul sito del Mims e aggiornati periodicamente.

Ecco le seguenti dichiarazioni

Paolo Uggè ha affermato: “Oggi il governo ha assunto decisioni significative sotto l’aspetto economico, ma sono necessari ulteriori provvedimenti che completino i contenuti del protocollo d’intesa sottoscritto nella serata di giovedì e ratificato dalle assemblee delle associazioni degli autotrasportatori, consentendo il congelamento delle iniziative che erano state decise da Unatras“.

Teresa Bellanova, viceministra alle Infrastrutture e mobilità sostenibili, ha sottolineato che si tratta di un risultato ”rilevante” che ”corona il lavoro su cui siamo stati impegnati per settimane.
E in cui, insieme alle cospicue risorse, confluiscono anche i punti qualificanti indicati nel Protocollo d’intesa sottoscritto al Ministero delle Infrastrutture e della mobilità sostenibili con le Associazioni di categoria giovedì scorso”.

Vuoi conoscere in anteprima le notizie pubblicate su Logisticamente.it?

Ricevi la newsletter gratuita per rimanere aggiornato sulle ultime novità del mondo della logistica





A proposito di Trasporti Nazionali e Internazionali