Questo sito richiede JavaScript per funzionare correttamente. Si prega di abilitare JavaScript nel browser e ricaricare la pagina.
Autovie Venete presenta un report sulla diminuzione del traffico in autostrada

Grazie alle nuove ordinanze si riduce notevolmente il transito dei veicoli




Trasporti Nazionali e Internazionali

Diminuisce il traffico di mezzi pesanti e leggeri sulle autostrade

25 Marzo 2020

Autovie Venete ha realizzato un report sui tassi di percorrenza dei tratti autostradali da lei gestiti. I dati mostrano una diminuzione di transito in seguito alle ordinanze relative al Covid-19.

Nella settimana tra il 16 e il 22 marzo, infatti, il traffico di autoveicoli in autostrada è calato notevolmente.

A causa delle misure di restrizione adottate dal Governo, che riducono al minimo la possibilità di spostamenti, i veicoli che percorrono i tratti gestiti da Autovie Venete hanno dimezzato il loro numero.

Al momento la maggioranza dei veicoli che circolano su strade e autostrade è costituita perlopiù da mezzi pesanti che trasportano beni di prima necessità, come i prodotti alimentari, carburante, o ancora beni essenziali per la produzione di tutte quelle imprese che, in questo clima così delicato, devono continuare a produrre, funzionare e garantire i servizi indispensabili.

I dati relativi al traffico dei mezzi pesanti

Autovie Venete, che gestisce un tratto della A4, A23, A28 e A34, ha rilevato, confrontando i dati del traffico con lo stesso periodo dell’anno scorso, un notevole calo del transito sia dei mezzi pesanti sia dei leggeri.

Nel documento si evince come già nella settimana 2-8 marzo, prima dell’inizio del lockdown, circolavano quasi duecentomila veicoli in meno rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.
I dati diventano ancora più eloquenti nella settimana 9-15 marzo dove il calo è stato di quasi trecentomila unità.

Nella settimana appena trascorsa, il periodo che va dal 16 al 22 marzo, si è passati dai quasi settecentomila transiti, in periodo normale, a poco più di duecentomila, grazie alle nuove ordinanze ancora più stringenti entrate in vigore.

Anche la diminuzione dei mezzi leggeri è stata importante, ad oggi le auto in transito sono pochissime: relativamente al periodo 16-22 marzo si è passati dalle oltre cinquecentomila auto alla settimana a 80 mila.





A proposito di Trasporti Nazionali e Internazionali