Il Ministero dei Trasporti spiega quali sono le best pratics per preservare e migliorare logistica e trasporti




Trasporti Nazionali e Internazionali

Logistica e trasporti, com’è la ripresa post Covid-19?

2 Settembre 2020

Il settore della logistica e dei trasporti sicuramente sono quelli che durante il periodo di lockdown e ripartenza hanno svolto e stanno svolgendo un ruolo strategico per l’intero Paese.
Nonostante i duri colpi che l’autotrasporto ha subito, non manca la volontà da parte delle imprese a far migliorare il settore.

Secondo la ricerca condotta dall’Osservatorio Autopromotec su dati Eurostat, Istat e Anfia, in Italia il peso del trasporto su strada (espresso in tonnellate/chilometro) ha raggiunto il 91% del volume totale, rispetto ad una media U.E. 27 che si attesta al 72%. Si tratta di un calo che compromette sia la sicurezza stradale che quella degli autotrasportatori.

Il traporto su strada in Italia – a differenza di quello ferroviario, aereo o marittimo – è la modalità di spostamento più diffusa. Spesso però il rischio che si raggiunge è elevato, per questo motivo bisogna preservarlo in termini di costi e di sicurezza.

Adottando le best pratics di carattere e organizzativo e formando in modo corretto le imprese e i collaboratori itineranti – con l‘assistenza di modelli gestionali moderni ed efficaci – è possibile contribuire allo sviluppo dell’intero settore e alla salvaguardia della sicurezza, della circolazione stradale e dell’ambiente, ha spiegato Ministro dei Trasporti, Paola De Micheli.





A proposito di Trasporti Nazionali e Internazionali