La partita della privatizzazione s’incrocia con quella del possibile ricambio dei vertici del gruppo.




Trasporti Nazionali e Internazionali

Ferrovie: sul mercato il 40% del gruppo.

25 Novembre 2015

Il Governo accelera sull’apertura ai privati del capitale di Ferrovie dello Stato.
“È un avvio di percorso”, ha spiegato il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio.

Il testo esaminato dal Consiglio dei Ministri ricalca il modello già adottato per la privatizzazione di Poste ed Enav, e fissa i criteri generali per l’alienazione di un pacchetto non superiore al 40% di Ferrovie.

Il Dpcm stabilisce che l’offerta pubblica, da realizzarsi anche in più fasi, sarà rivolta agli investitori istituzionali e dovrà favorire anche la partecipazione del Retail e dei dipendenti, per i quali potranno essere previste forme di incentivazione (come la bonus share).

Il decreto non scioglie ancora il nodo su quale sarà il perimetro della privatizzazione, ma le prossime settimane, come ha spiegato anche il ministro Delrio, serviranno a sciogliere tutti i nodi.

Il ministro Delrio sostiene l’idea che la rete ferroviaria rimanga sotto il controllo pubblico in modo da garantire l’equo accesso a tutti gli operatori. “L’alienazione delle Ferrovie non potrà andare oltre il 40% – ha detto – È un avvio di percorso che tiene presenti alcune questioni: l’infrastruttura ferroviaria dovrà rimanere pubblica, dovrà essere garantito l’accesso a tutti in maniera uguale”.





A proposito di Trasporti Nazionali e Internazionali