Il Portale sulla regolarità delle imprese da lunedì 23 novembre è consultabile anche dai committenti.




Trasporti Nazionali e Internazionali

Pulizia e chiarezza per rafforzare i trasportatori

18 Novembre 2015

A partire dal prossimo 23 novembre 2015 sarà possibile per i committenti verificare online la regolarità delle imprese di autotrasporto.
Realizzato dall’Albo degli autotrasportatori per garantire e certificare la regolarità delle imprese, il database è uno strumento essenziale sul fronte della legalità a favore di un mercato sano e all’insegna di servizi efficienti.

La verifica riguarda, infatti, l’adempimento degli obblighi retributivi, previdenziali e assicurativi e deve essere fatta da parte dei committenti (o i trasportatori che assegnano carichi a subvettori) prima della stipula del contratto di trasporto.

Il passaggio esonera la committenza dalla corresponsabilità con il vettore a corrispondere ai lavoratori i trattamenti retributivi, i contributi previdenziali e i premi assicurativi agli enti competenti, dovuti limitatamente alle prestazioni ricevute nel corso della durata del contratto di trasporto.
In conseguenza i vettori non dovranno più esibire il Durc.

Il documento però potrà essere richiesto nel caso di imprese con “semaforo giallo”, ovvero le imprese il cui status non risulta ancora verificato.
La regolarità dell’impresa di autotrasporto, in questa prima fase, è data dalla regolarità della propria posizione con riferimento all’iscrizione all’Albo, alla Camera di Commercio, al REN (ove richiesto), alla regolarità contributiva per come attestato in via telematica da INPS e INAIL.





A proposito di Trasporti Nazionali e Internazionali