Nel 2018 verranno mobilitate 216 milioni di tonnellate di merci deperibili, ma le norme non bastano.




Trasporti Nazionali e Internazionali

Fondamentale tutelare il trasporto alimentare.

6 Ottobre 2015

Food’n’Motion, il primo confronto diretto tra i rappresentanti dell’autotrasporto e del mondo agroalimentare, lancia un chiaro messaggio: è necessario regolamentare il trasporto dei prodotti alimentari per garantire al consumatore finale il mantenimento della qualità che si aspetta.

Un rischio, quello della mancanza di una normativa adeguata, che rischierebbe di ledere l’eccellenza italiana e l’impegno di migliaia di imprenditori.
Nel 2018, infatti, si calcola che verranno movimentate 216 milioni di tonnellate di merci deperibili.

Luca Lanini, docente di logistica dell’Università Carlo Cattaneo di Varese, ha fatto notare come le alterazioni della qualità avvengano proprio nei poli logistici e durante il trasporto, con enormi, potenziali, ripercussioni sugli investimenti delle aziende.

In Italia il trasporto incide per il 73,3% sui costi della logistica, con una percentuale di trasporto stradale pari al 63% rispetto al 50% europeo, e diviene quindi la fase più delicata da osservare e curare.

La mancanza di standard normativi adeguati al rischio che il trasporto alimentare affronta, ad oggi, è una delle problematiche più urgenti da risolvere nella logistica italiana.





A proposito di Trasporti Nazionali e Internazionali