Una sentenza della Corte di Cassazione chiarisce che il gestore stradale è corresponsabile in un incidente se mancano le adeguate misure di protezione.




Trasporti Nazionali e Internazionali

Se manca il guardrail il gestore è corresponsabile.

25 Maggio 2015

La sentenza 9547/2015 della Corte di Cassazione stabilisce che il gestore di una strada è corresponsabile di un incidente stradale se non sono state attuate misure di protezione nei tratti più pericolosi, includendo anche i casi di progettazione sbagliata.

Affrontando il caso di un autobus uscito di strada in un tratto sprovvisto di guardrail, i giudici hanno stabilito che la presenza della protezione in quel tratto avrebbe potuto ridurre i danni: nel processo di appello dovrà essere avviata una consulenza tecnica che stabilisca la necessità del guardrail.

La Corte di Cassazione afferma che nei tratti pericolosi, in generale, l’assenza o l’inadeguatezza del guardrail può determinare la legittimità di una richiesta di risarcimento danni al gestore della strada.

I giudici ritengono che il gestore deve sempre valutare la possibilità che un veicolo esca di strada, anche se ciò avviene per l’infrazione di una norma del Codice della Strada da parte del conducente.





A proposito di Trasporti Nazionali e Internazionali