Stanziate nuove risorse per la manutenzione dei porti regionali nelle Marche. Avviate le analisi per le attività di dragaggio.




Trasporti Nazionali e Internazionali

Due milioni di euro per i porti marchigiani.

17 Aprile 2015

Per la manutenzione dei porti marchigiani sono stati stanziati due milioni di euro, ripartiti nei giorni scorsi ai Comuni sede di infrastrutture portuali regionali – Fano, Senigallia, Numana, Civitanova Marche, Porto San Giorgio e San Benedetto del Tronto.

Il taglio di trasferimenti alla Regione Marche di 230 milioni ha costretto a effettuare scelte difficili, ma l’assessore Paola Giorgi precisa che “su questo tema l’assessorato sta mettendo in campo azioni di sistema che abbiano beneficio territoriale condiviso”.

Sono in corso le analisi propedeutiche alle attività di dragaggio per conoscere la tipologia di sedimenti che avranno specifiche destinazioni (dal riutilizzo per ripascimento, allo sversamento a mare, al trasporto alla cassa di colmata situata nel porto di Ancona, fino al trattamento come rifiuto). 

L’assessorato collabora con l’Authority di Ancona, che si è dimostrata attenta alle esigenze degli altri porti marchigiani.
Tutto il sistema portuale marchigiano deve essere organizzato attraverso un ampliamento territoriale dell’Autorità di Ancona che comprenda i porti di Pesaro e San Benedetto e i cinque porti regionali.





A proposito di Trasporti Nazionali e Internazionali