Carburante a basso contenuto di zolfo per il porto di Venezia. Analisi a campione effettuate dalla Capitaneria di Porto.




Trasporti Nazionali e Internazionali

Con il Venice Blue Flag il porto è meno inquinato.

16 Aprile 2015

L’accordo Venice Blue Flag 2015, sottoscritto da Comune di Venezia, Capitaneria di Porto, Autorità Portuale di Venezia e da tutte le compagnie crocieristiche che scalano il porto lagunare, fa di Venezia il porto più green del Mediterraneo.

Nelle sue ultime rilevazioni, l’ARPAV ha verificato che il Blue Flag ha consentito di abbattere le emissioni di polveri sottili del 60% e del 96% le SO2 in manovra.
L’accordo prevede che ogni nave in arrivo a Venezia utilizzi carburanti con un contenuto di zolfo pari allo 0.1% per tutto il periodo di stazionamento in banchina.

Si tratta di un limite più restrittivo rispetto a quanto stabilisce la normativa italiana, che prevede attualmente l’uso di carburanti con una percentuale di zolfo inferiore al 3.5%. 

I controlli saranno effettuati e garantiti dalla Capitaneria di Porto di Venezia, che tramite il proprio personale certificherà il rispetto delle norme anti-inquinamento con analisi a campione sul combustibile, il cui costo sarà a carico dell’Autorità Portuale di Venezia.





A proposito di Trasporti Nazionali e Internazionali