Positive ricadute sulla redditività dei ridotti spazi del porto salernitano.




Trasporti Nazionali e Internazionali

Sdoganamento in mare anche nel porto di Salerno.

14 Gennaio 2015

Sviluppo del porto e sgombero degli ostacoli al traffico commerciale nonché velocizzazione di incombenze amministrativo contabili: anche il Porto di Salerno accoglie il cosiddetto preclearing, lo sdoganamento in mare, sottoscritto dal Comandate C.V. (CP) Gaetano Angora e dal Direttore Provinciale dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli Vito De Benedictis.

L’attività di preclaring sarà disponibile grazie a sistemi satellitari e di radiolocalizzazione del traffico navale disponibili presso questa Capitaneria di Porto, che già garantiscono quotidianamente la sicurezza della navigazione e che da oggi garantiranno anche la “sicurezza doganale” delle merci trasportate.

Infatti laddove la procedura sia richiesta, si procederà al monitoraggio già in alto mare, dal momento in cui la nave avrà superato gli stretti in ingresso nel mare Mediterraneo, in modo da avere due giorni di vantaggio sui tempi di trasmissione per la convalida del manifesto doganale delle merci da sbarcare all’arrivo.

È evidente l’accesso ad una sorta di binario ad alta velocità delle merci in importazione, che potrà garantire un vantaggio teorico di giorni sulla consegna delle merci sbarcate, con positive ricadute sulla redditività dei ridotti spazi del porto salernitano.





A proposito di Trasporti Nazionali e Internazionali