Almeno i trasporti e il magazzinaggio segnano un aumento dello 0,8%.




Trasporti Nazionali e Internazionali

Dati Istat: nel 2014 hanno chiuso 18.500 imprese di trasporto.

6 Ottobre 2014

Secondo gli ultimi dati Istat relativi al secondo trimestre del 2014, il fatturato generale di tutti i servizi è diminuito dello 0,7% rispetto allo stesso periodo del 2013.
Tra tutti, però, i trasporti e il magazzinaggio segnano un aumento dello 0,8%.

E sono le attività di magazzinaggio a far registrare le migliori variazioni positive (+2,0%), mentre rallentano in maniera decisa il trasporto marittimo (-3,8%), il trasporto aereo (-3,4%) e i servizi postali e di corriere (-2,3%).

Ciò che purtroppo non rallenta è invece la forte emorragia di imprese di trasporti.
Secondo i dati della associazione artigiani e piccole imprese Cgia di Mestre, tra il primo trimestre 2009 e il secondo trimestre del 2014 hanno chiuso i battenti oltre 18.500 imprese di autotrasporto merci su strada, con una contrazione media a livello nazionale pari al 17%.

Ovviamente, se si leggono i dati regionali esistono diverse velocità: si va dal crollo – peraltro reiterato – del Friuli Venezia Giulia (-23,2%, vale a dire un’impresa ogni 4) all’8,4% della Campania.

E comunque, in generale, è il Nord-Ovest a soffrire di più, con un taglio di quasi il 20%, seguito dal Nord-Est e dal Centro, quasi appaiati (rispettivamente -17,9% e -17,8%), mentre il Sud subisce una flessione pesante ma più leggera (-13,4%).





A proposito di Trasporti Nazionali e Internazionali