Modifiche sulle funzioni e l'organizzazione, centrale e periferica. Prevista anche la suddivisione in due Dipartimenti.




Trasporti Nazionali e Internazionali

Dal 23 maggio nuovo Ministero dei trasporti.

19 Maggio 2014

Dal 23 maggio prossimo entrerà in vigore il decreto che prevede la nuova organizzazione del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

Il Ministero sarà articolato in due Dipartimenti: uno per le infrastrutture, i sistemi informativi e statistici, e l’altro per i trasporti, la navigazione, gli affari generali ed il personale.

I Dipartimenti si articolano in 16 Direzioni generali complessive e assicurano l’esercizio organico e integrato delle funzioni del ministero.
Sono organi decentrati del Ministero 7 Provveditorati interregionali per le opere pubbliche, che dipendono dal Dipartimento per le infrastrutture, i sistemi informativi e statistici, e 4 Direzioni generali territoriali, che dipendono dal Dipartimento per i trasporti, la navigazione, gli affari generali ed il personale.

Inoltre, fanno parte dell’assetto organizzativo il Comando generale del Corpo delle Capitanerie di Porto e il Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici.

Le 8 Direzioni generali del Dipartimento per i trasporti, la navigazione, gli affari generali ed il personale, sono:

  1. Direzione generale del personale e degli affari generali;
  2. Direzione generale per la motorizzazione;
  3. Direzione generale per la sicurezza stradale;
  4. Direzione generale per il trasporto stradale e per l’intermodalità;
  5. Direzione generale per il trasporto e le infrastrutture ferroviarie;
  6. Direzione generale per i sistemi di trasporto ad impianti fissi e il trasporto pubblico locale;
  7. Direzione generale per la vigilanza sulle Autorità portuali, le infrastrutture portuali ed il trasporto marittimo e per vie d’acqua interne;
  8. Direzione generale per gli aeroporti ed il trasporto aereo.





    A proposito di Trasporti Nazionali e Internazionali