2014: l'anno delle sfide per tutti gli scali, in particolare verso l'Europa.




Trasporti Nazionali e Internazionali

Porti Napa, la presidenza passa a Capodistria.

17 Aprile 2014

Da pochi giorni e fino alla fine del 2014, la presidenza dei Porti Napa (North Adriatic Ports Association) viene affidata da Venezia a Capodistria al neo-insediato Andraž Novak.

Nel corso dell’assemblea generale dei porti Napa, infatti, i presidenti nel prendere atto degli ottimi risultati ottenuti negli ultimi mesi, hanno riaffermato l’intenzione di continuare a lavorare congiuntamente realizzando iniziative focalizzate su promozione e cooperazione istituzionale tra gli scali.

Obiettivo del 2014 le nuove prospettive di finanziamento 2014-2020.
I membri dell’associazione hanno quindi espresso pieno supporto al nuovo presidente.

In qualità di scalo multiporto, il Napa può giocare un ruolo fondamentale all’interno dei programmi di sviluppo europei quali Cef, Horizon 2020 e i programmi di cooperazione territoriale.

Nei prossimi mesi gli scali del Napa prepareranno uno schema dettagliato dei progetti prioritari da realizzare e sui quali richiedere la compartecipazione ai programmi europei, si potrà così stimolare sistematicamente e coerentemente ogni azione di supporto reciproco per la realizzazione dei piani di sviluppo degli scali tramite innovazioni, competitività e sviluppo sostenibile.

Il Napa è stato confermato dalla Innovation&Network Executive Agency (INEA) della Commissione Europea quale best practice nel settore della cooperazione portuale, l’agenzia ha chiesto all’associazione di ospitare il tour di studio di una delegazione di porti norvegesi (Kristiansand, Grenland -Porsgrunn-, Larvik, e Drammen) con l’obiettivo di analizzare il modello di governance del nord adriatico e valutare la sua trasferibilità ad altre regioni europee.





A proposito di Trasporti Nazionali e Internazionali