La presidente Cinzia Franchini vuole maggiori certezze sul costo del lavoro.




Trasporti Nazionali e Internazionali

CCNL: CNA-Fita non firma il “capitolo autotrasporto”.

10 Giugno 2013

Nessun accordo sul contratto nazionale trasporto merci e logistica, la CNA-Fita non firma perché l’intesa fino ad oggi raggiunta non fornisce alcuna certezza sulla questione del costo del lavoro.

“In questo momento, le nostre aziende hanno bisogno di chiarezza e di essere tutelate da chi sul mercato opera senza regole o addirittura facendo finta di rispettarle.
Sul costo del lavoro la concorrenza sleale è altissima, per questo ci sarebbe bisogno di accordi più solidi e con maggiori sicurezze”.

Così Cinzia Franchini, presidente nazionale CNA-Fita, ha commentato la mancata firma dell’Associazione.

Riguardo l’erogazione degli acconti sugli aumenti, l’Associazione ha dichiarato che “all’aumento non corrisponde nessuna misura certa ed immediata per il contenimento dei costi” e che “non mette al riparo le imprese dalla possibilità che vengano richieste loro le somme maturate come arretrati a titolo di indennità di vacanza contrattuale”.

Le parti si sono impegnate a chiudere l’accordo entro il prossimo luglio, con sei incontri a giugno e sette a luglio.





A proposito di Trasporti Nazionali e Internazionali