Obiettivi e strategie per estendere le attività logistiche del Porto.




Trasporti Nazionali e Internazionali

Cagliari punta il suo business sul Nord Africa.

10 Maggio 2013

Un crocevia per il Mediterraneo e da oggi per il Nord Africa.
Così Cagliari International Container Terminal – CICT (Gruppo Contship Italia) e l’Autorità portuale di Cagliari – partecipando a Logismed 2013, la fiera internazionale per il trasporto e la logistica a Casablanca (Marocco) rendono nota l’ambizione di fare del porto di Cagliari un “crocevia internazionale” per i traffici marittimi grazie alla sua posizione al centro del Mediterraneo con oltre 90 porti collegati direttamente in tutto il mondo.

Ci sono 15 servizi di linea operati da Hapag Lloyd, Hamburg Sued e gli altri membri della Grand Alliance (Orient Overseas Container Line – OOCL e Nippon Yusen Kaisha – NYK) a cui si sono di recente aggiunti quelli operati dai membri della Alleanza G6 (formata da American President line – APL, Hyundai Merchant Marine – HMM e Mitsui O.S.K. Lines – Mol).

I servizi regionali nel Mediterraneo e in particolare con il Nord Africa sono invece garantiti degli operatori feeder Emes (Arkas Group), United Feeder Services e X-Press Feeders con una media di almeno 4 scali giornalieri.

Raffaello Cioni, direttore Commerciale del Gruppo Contship Italia e del Cagliari International Container Terminal insieme a Valeria Mangiarotti, responsabile marketing della Autorità portuale di Cagliari hanno, quindi, presentato a Logismed l’offerta dei servizi logistici del Gruppo Contship e nello specifico le opportunità di sviluppo del porto container di Cagliari in Marocco.

La partecipazione a Logismed rappresenta un ulteriore passo avanti nel programma annuale di promozione progettato con l’obiettivo di estendere il più possibile la conoscenza delle attività logistiche nel porto di Cagliari.





A proposito di Trasporti Nazionali e Internazionali