Questo sito richiede JavaScript per funzionare correttamente. Si prega di abilitare JavaScript nel browser e ricaricare la pagina.
L'industria 4.0 alla ribalta: il resoconto di SPS Italia 2023

Investimenti decisivi in automazione, digitalizzazione e sostenibilità delineano il futuro della produttività industriale. Scopri quanto emerso a SPS Italia 2023




Trend

L’industria 4.0 alla ribalta: il resoconto di SPS Italia 2023

26 Maggio 2023

In un mondo industriale in cui l’innovazione e la sostenibilità stanno diventando sempre più cruciali per la produttività e la competitività globale, emerge l’importanza di eventi come SPS Italia.
Questa fiera, organizzata da Messe Frankfurt Italia e tenutasi a Parma dal 23 al 25 maggio, rappresenta un punto di riferimento per l’industria intelligente e sostenibile, mettendo in evidenza le ultime tendenze in termini di automazione avanzata, robotica e digitalizzazione.
Un palcoscenico dove le aziende, dalle grandi imprese alle PMI, possono esplorare e confrontarsi sui nuovi orizzonti del settore manifatturiero.
Scopriamo insieme i punti salienti dell’evento, le novità presentate e le aziende che hanno contribuito a delineare il futuro dell’industria 4.0.

La sostenibilità e l’innovazione nel cuore della produttività

Un panorama industriale in continua evoluzione e una crescente attenzione verso la sostenibilità e l’innovazione hanno reso l’investimento in automazione avanzata, robotica e digitalizzazione una scelta imprescindibile per le aziende che mirano a migliorare la loro competitività a livello globale.
Questa trasformazione, un tempo prerogativa delle grandi imprese, è oggi un trend emergente anche tra le PMI.
È quanto emerso a SPS Italia.

Il resoconto di SPS Italia 2023

Il percorso espositivo, suddiviso in sei padiglioni, ha presentato le ultime tecnologie per la Fabbrica 4.0.
All’interno dei padiglioni tre, cinque e sei, gli ospiti hanno potuto esplorare le più moderne tecnologie per l’Industria 4.0.
Nei padiglioni quattro, sette e otto, invece, si è svolto il percorso District 4.0 con dimostrazioni pratiche delle ultime novità in ambito digitale, robotica, meccatronica e produzione additiva, tecnologia che utilizza stampanti 3D.
Uno degli aspetti di spicco dell’edizione di quest’anno è stato lo spazio dedicato alla “Sustainable innovation“.
Le soluzioni più innovative e sostenibili per l’industria sono state presentate, enfatizzando l’importanza di un approccio a 360 gradi alla sostenibilità, che riguarda l’intero modello di business – dall’approvvigionamento delle materie prime a una produzione sempre più orientata alla riduzione delle emissioni, fino all’attenzione per il benessere dei dipendenti.
L’edizione di quest’anno ha inoltre introdotto il position paper, un documento creato dal comitato scientifico di SPS Italia, presentato per fornire alle aziende una guida utile per implementare la loro trasformazione digitale.
Durante SPS Italia, si è enfatizzata l’importanza del legame tra l’industria e il mondo accademico, al fine di favorire l’incontro tra il mondo del lavoro e gli studenti.
Questa collaborazione si è manifestata con la presentazione del Manifesto delle Competenze, elaborato in collaborazione con Anie Automazione.

Sps Italia: un faro per l’industria del futuro

La manifestazione, grazie ai suoi 800 espositori, ha offerto un’ampia panoramica su novità e trend emergenti nel settore, permettendo un confronto sulle trasformazioni green e digitali del settore manifatturiero e la possibilità di instaurare nuove relazioni professionali.
Durante l’evento, Logisticamente.it ha avuto il piacere di intervistare alcune delle aziende protagoniste dell’evento, tra cui LAPP, Murrelelektronik, Keba e Igus, e di visitare gli stand di Wittenstein, Siemens, Baumer, Bonfiglioli, IFM electronic, Datalogic, Panasonic, Camozzi, Patlite, Leuze e Sew Eurodrive.
Dal confronto con i leader del settore alle relazioni nate sul campo, SPS Italia ha dimostrato ancora una volta la sua capacità di stimolare la crescita, la collaborazione e l’innovazione.

La parola dei protagonisti di SPS Italia

Donald Wich, Amministratore Delegato di Messe Frankfurt Italia: “SPS Italia segna una crescita in termini di visitatori, che supera in modo significativo le presenze del 2022.
Sono stati giorni di grande fermento nei padiglioni espositivi e nei convegni, a cominciare dalla plenaria di apertura, gremita e con ospiti di eccellenza.
La soddisfazione è in particolar modo per il riscontro positivo di espositori e partner ai quali è dedicato il nostro costante impegno per la realizzazione di un appuntamento proficuo per il settore.”

Andrea Bianchi, Presidente ANIE Automazione: “SPS Italia si conferma la fiera di riferimento per il comparto: evento in grado di dare visibilità all’innovazione anticipando i trend del settore.
Anche quest’anno il bilancio della partecipazione di Anie Automazione alla manifestazione è senz’altro positivo: abbiamo presentato il Manifesto Digitale con l’obiettivo di rendere evidente l’anima digitale della nostra associazione, e un nuovo White Paper dedicato all’utilizzo dei dati post interconnessione che va ad arricchire la raccolta di volumi tecnologici prodotti dai nostri gruppi di lavoro.
In fiera abbiamo poi concretizzato l’avvio di una importante collaborazione con la OPC Foundation che proseguirà nei prossimi mesi.
Prossimi mesi che ci vedranno impegnati anche nell’organizzazione di due importanti manifestazioni, l’Italian Machine Vision Forum e il nuovo Forum Industria Digitale, sempre con la consolidata collaborazione di Messe Frankfurt Italia

SPS Italia vi aspetta per la prossima edizione, a Parma dal 28 al 30 maggio 2024.

Vuoi conoscere in anteprima le notizie pubblicate su Logisticamente.it?
Ricevi la newsletter gratuita per rimanere aggiornato sulle ultime novità del mondo della logistica





A proposito di Trend