L'obiettivo è definire linee guida a supporto delle attività e dell'integrazione con i processi




Hardware e Software per il Magazzino

IoTSF apre un tavolo di lavoro per la smart building

6 Settembre 2017

La IoTSF (Internet of Things Security Foundation) è nata nel 2015 con l’obiettivo di rendere più sicuro l’IoT, favorendo i benefici della condivisione delle informazioni in tutta sicurezza.
Ne fanno parte circa un centinaio di membri, tra cui aziende specifiche del comparto ma anche realtà come IBM, Intel, Vodafone, Huawei, Infineon e Philips.

Il lavoro è suddiviso in tavoli tematici, che affrontano gli ambiti della cybersecurity: un esempio è il tavolo di lavoro dedicato alla certificazione, che si occupa di fissare requisiti accessibili e a basso costo per autocertificare i dispositivi IoT.
Altri tavoli trattano i prodotti connessi con il mercato consumer, i test di compliance, le vulnerabilità di sicurezza nei prodotti e nei servizi e nelle applicazioni IoT a livello di sistema e la costruzione della fiducia sul mercato.

Un ultimo tavolo è dedicato all’universo degli smart building: il lavoro che il gruppo applica alla smart home viene così trasferito a livello enterprise.
L’obiettivo è definire alcune linee guida per supportare gli attori lungo tutte le attività della supply chain (dalla progettazione fino alla manutenzione delle soluzioni IoT per gli edifici aziendali), così come assicurarsi che queste linee guida siano facili da adottare e da integrare ai processi già esistenti.





A proposito di Hardware e Software per il Magazzino