Obiettivo: logistica sostenibile delle materie prime agricole.




Servizi e accessori per il trasporto

Partnership tra Trenitalia e Cereal Docks.

13 Giugno 2016

Favorire la mobilità sostenibile delle merci: è questo l’obiettivo principale della partnership tra Trenitalia, primo operatore ferroviario in Italia, e Cereal Docks Spa, Gruppo industriale con base a Camisano Vicentino, attivo nella raccolta e lavorazione di cereali (grano e mais) e semi oleosi (soia, colza, girasole).

Frutto di questa collaborazione è la riapertura al traffico merci della stazione di Grisignano di Zocco, dopo gli interventi di potenziamento infrastrutturale eseguiti (allungamento del binario, adeguamento del piano caricatore, sistemazione delle aree adiacenti al raccordo e relativa recinzione).
Lo scalo sarà così utilizzato per le operazioni di carico/scarico delle derrate agricole o di altre merci.

Una volta giunte a Grisignano, le materie prime agricole saranno avviate alla trasformazione nel vicino stabilimento produttivo della Cereal Docks, a Camisano Vicentino.
Come sottolineato da Fabio Consolo, Responsabile di settore di Trenitalia Cargo: “Con la riapertura dello scalo di Grisignano si rafforza la relazione commerciale con Cereal Docks e si consolida  il ruolo di Trenitalia come principale player nel settore dell’agroalimentare e dei beni di consumo.

Trenitalia effettua, per il settore delle derrate agricole, 1600 treni/anno, trasporta 1,6 milioni di tonnellate su relazioni nazionali e internazionali e mette a disposizione dei propri clienti un parco carri specializzato composto da 700 unità.
Sempre attenta all’ecosostenibilità del trasporto, Trenitalia annovera tra i propri clienti i principali operatori del settore zootecnico e della trasformazione alimentare”, ha concluso Consolo.

Questa nuova collaborazione consente, oltre alla razionalizzazione delle forniture, anche di ridurre sensibilmente gli impatti ambientali del trasporto rispetto alla gomma.

In particolare, il risparmio rispetto alla modalità stradale è di oltre il 76% di energia primaria e del 75% di consumo di anidride carbonica.





A proposito di Servizi e accessori per il trasporto