Dopo che la Corte d’Appello federale ha stabilito che gli autisti sono lavoratori dipendenti, FedEx pagherà ai padroncini californiani 228 milioni di dollari.




Servizi e accessori per il trasporto

FedEx risarcisce i padroncini in California.

17 Giugno 2015

È dal 2000 che i corrieri chiedono a FedEx lo stato di autisti dipendenti, presentando le prime cause contro la multinazionale.
Fringe benefit, norme contro la discriminazione, assistenza sanitaria, pensione e assicurazioni contro la disoccupazione sono i diritti richiesti da oltre duemila autotrasportatori che lavorano in esclusiva per FedEx in California.

Dopo anni di vertenze e cause giudiziarie, una Corte d’Appello federale, la Ninth Circuit, ha stabilito che gli autisti non sono veri lavoratori autonomi, bensì assimilabili a dipendenti, dal momento che l’azienda ne ha il pieno controllo.
Alla luce di ciò, FedEx ha proposto un accordo economico dicendosi disposta a versare un risarcimento complessivo di 228 milioni di dollari, non ancora approvato dal Ninth Circuit.

Questo è uno dei più grandi risarcimenti nel settore del lavoro degli Stati Uniti, e rappresenta un precedente per le altre imprese di trasporto che adottano lo stesso meccanismo, non poche negli Stati Uniti.
La vertenza potrebbe estendersi anche agli altri padroncini della FedEx degli USA, con un impatto notevole sul bilancio dell’azienda.





A proposito di Servizi e accessori per il trasporto