Nel corso di una conferenza stampa l’Autorità portuale di Trieste assicura la realizzazione della piattaforma logistica e della zona franca nel porto.




Servizi e accessori per il trasporto

Il Porto di Trieste avrà la zona franca.

5 Giugno 2015

Piattaforma logistica e zona franca anche per il Porto di Trieste: a renderlo noto è stato Zeno D’Agostino, commissario dell’Autorità portuale di Trieste, nel corso di una conferenza stampa organizzata per presentare lo studio sui vantaggi del porto franco.

“Stiamo discutendo in questi giorni con il Ministero dell’Ambiente per ottenere una serie di passaggi che sono fondamentali per l’apertura del cantiere.
Nelle prossime settimane avremo dei chiarimenti da Roma per fornire all’opinione pubblica un tempistica relativa alla piattaforma”, ha spiegato.

Stando all’Organizzazione Mondiale del Lavoro, attualmente esistono più di 3.500 zone franche in 130 Paesi, capaci di generare 66 milioni di posti di lavoro.
Oltre all’esenzione da dazi, tasse e al libero accesso di navi e merci, il Porto Franco di Trieste è in gradi di offrire:

  • tasse portuali ridotte rispetto agli altri porti nazionali;
  • transito semplificato per mezzi commerciali in transito da e per il Porto di Trieste e destinati all’estero:
  • sistema doganale semplificato per il transito di merci su ferrovia.





A proposito di Servizi e accessori per il trasporto