Questo sito richiede JavaScript per funzionare correttamente. Si prega di abilitare JavaScript nel browser e ricaricare la pagina.
Rivoluzione verde nel trasporto merci: l'UE punta sull'intermodalità

La nuova direttiva dell'UE trasforma il settore logistico, enfatizzando sostenibilità ed efficienza. Scopri come cambierà il trasporto delle merci




Trasporti Nazionali e Internazionali

Rivoluzione verde nel trasporto merci: l’UE punta sull’intermodalità

14 Novembre 2023

Nel contesto di un’Europa sempre più orientata verso la sostenibilità, la Commissione europea ha recentemente proposto un aggiornamento rivoluzionario alla Direttiva sul Trasporto Intermodale.
Questa normativa, in vigore dal 1992, si è dimostrata cruciale nel ridurre l’impatto ambientale del trasporto merci, ma ora si affaccia a nuove sfide.
Il trasporto intermodale, che implica il trasferimento di merci in contenitori attraverso varie modalità di trasporto senza manipolarle, offre una soluzione più efficiente e sostenibile rispetto al tradizionale trasporto su strada.
La Commissione mira a rafforzare questa opzione, integrandola con altre forme di trasporto, come il ferroviario, il marittimo e le chiatte, per ottimizzare i costi e ridurre le emissioni.

Il trasporto combinato: una strategia vincente

Il trasporto combinato, una forma specifica di intermodalità, si distingue per la sua capacità di ridurre significativamente l’impatto ambientale.
La nuova direttiva si propone di promuovere questa pratica, incentivando l’utilizzo di ferrovie e vie navigabili e limitando i tratti stradali a collegamenti brevi e strategici.

La proposta dell’UE introduce tre misure fondamentali:

  • Esenzione dei trasporti intermodali da autorizzazioni e quote;
  • Obbligo per gli Stati membri di favorire la diffusione dell’intermodalità con politiche nazionali specifiche;
  • Maggiore trasparenza nei terminali di trasbordo intermodale per facilitare l’accesso a informazioni sui servizi disponibili.

Per il trasporto combinato, si prevedono ulteriori incentivi:

  • Esoneri dai divieti di guida nei weekend e giorni festivi per tratte stradali brevi;
  • Obiettivo di riduzione del 10% dei costi porta a porta entro 7 anni.

Un futuro sostenibile per il trasporto merci

Questa direttiva non solo promette di trasformare il settore logistico europeo, ma rappresenta anche un passo significativo verso un futuro più sostenibile.
Con l’aumento della domanda di trasporto merci, è essenziale che l’Europa si muova in una direzione che non solo rispetti l’ambiente, ma sia anche economicamente vantaggiosa.
La proposta di aggiornamento della Direttiva Trasporto Intermodale si colloca proprio in questo contesto, offrendo una visione rinnovata e proattiva per il settore logistico.

Vuoi conoscere in anteprima le notizie pubblicate su Logisticamente.it?
Ricevi la newsletter gratuita per rimanere aggiornato sulle ultime novità del mondo della logistica





A proposito di Trasporti Nazionali e Internazionali