Alla scoperta dei sistemi a shuttle per lo stoccaggio in magazzino, della loro definizione, del loro funzionamento, dei vantaggi e degli svantaggi. Scopri di più




Sistemi di Magazzino

Sistema di stoccaggio in magazzino, cos’è un sistema a shuttle?

15 Dicembre 2022

I sistemi a shuttle per lo stoccaggio in magazzino sono una soluzione di automazione del magazzino, utilizzata in genere insieme alle scaffalature per pallet, per automatizzare il trasporto dei pallet da un’estremità all’altra di una scaffalatura.
In questo articolo parleremo dei sistemi a shuttle per magazzino, della loro definizione, del loro funzionamento, dei vantaggi e degli svantaggi.

Definizione di sistema a shuttle per lo stoccaggio in magazzino

Un sistema a shuttle per lo stoccaggio magazzino è un carrello mobile che “fa la spola” (cioè trasporta) gli articoli in scaffalature portapallet automatizzate.
Viene utilizzato per immagazzinare e recuperare casse, vassoi o cassette di magazzino in buffer di stoccaggio.
Questi sistemi di navetta sono preziosi nei magazzini che utilizzano la metodologia “goods-to-picker” e dispongono di scaffalature ad alta densità.
Percorrono la profondità delle scaffalature per prelevare o depositare i pallet alle due estremità della struttura.

Sono ideali per i magazzini con un basso numero di SKU e un’elevata produttività, il che significa un frequente carico e scarico di un gran numero di pallet per unità di stoccaggio.
Accelerano la circolazione delle merci in uscita (ordini) e in entrata (rifornimento) e facilitano la gestione delle scaffalature con buffer di stoccaggio profondi.
In questo modo i responsabili di magazzino possono aumentare la profondità delle scaffalature, aumentare l’altezza della scaffalatura ed eliminare i corridoi, massimizzando così ogni centimetro quadrato di spazio di stoccaggio del magazzino.

Come funzionano i sistemi a shuttle per magazzini?

I sistemi a shuttle per magazzini utilizzano una delle due configurazioni possibili: FIFO (first in first out) o LIFO (last in first out).
Ciò dipende dal fatto che le facce dello scaffale sono accessibili solo da un lato o da entrambi i lati.
Sono gestiti tramite telecomando, segnale radio o Wi-Fi.
I pallet caricati vengono posizionati a un’estremità della scaffalatura.
Un operatore trasmette l’ordine alla navetta tramite l’apposito segnale.

La navetta preleva il pallet caricato e lo consegna al primo spazio libero della corsia.
I veicoli navetta scorrono su binari integrati nella scaffalatura.
Possono cambiare livello (cioè salire e scendere) per mezzo di trasportatori verticali o montacarichi, tipicamente posizionati all’estremità anteriore della corsia.
Ciò consente di immagazzinare e prelevare i pallet su più livelli diversi.

Utilizzo dei sistemi a shuttle di magazzino

Poiché i sistemi a shuttle per lo stoccaggio in magazzino facilitano il posizionamento e il prelievo automatico dei pallet dalle scaffalature profonde, possono essere utilizzati per aumentare l’efficienza in aree di stoccaggio molto piene.
I piccoli magazzini che non hanno lo spazio per utilizzare i carrelli elevatori possono utilizzare questi sistemi per l’evasione degli ordini e le operazioni di rifornimento.
Questi magazzini possono anche massimizzare lo spazio di stoccaggio limitato aumentando l’altezza e la profondità delle strutture di scaffalatura.

Per ottenere il massimo ROI, i sistemi a shuttle dovrebbero essere utilizzati solo in magazzini che immagazzinano grandi quantità di prodotti dello stesso tipo, come gli impianti di produzione/distribuzione di alimenti e bevande, la lavorazione della carne, i magazzini frigoriferi, ecc…
Non sono ideali per le strutture di distribuzione dove ci sono più SKU per corsia e più articoli stoccati per pallet.
In sostanza, riducono le risorse e la manodopera necessarie per movimentare volumi elevati di prodotti/pallet simili per corsia.
Inoltre, aumentano la sicurezza operativa, riducono i tempi di viaggio e i costi di manodopera e migliorano la produttività.

Vantaggi dei sistemi a shuttle per lo stoccaggio magazzino

Un sistema a shuttle per lo stoccaggio in magazzino è un veicolo autonomo utilizzato al posto dei tradizionali carrelli elevatori per movimentare i pallet nelle aree di scaffalatura.
Riducono al minimo la necessità dei carrelli elevatori, riducendo la congestione e consentendo ai magazzini di massimizzare ogni centimetro quadrato di superficie.
I corridoi possono essere costruiti più vicini tra loro e le scaffalature possono essere espanse orizzontalmente e verticalmente per ospitare un maggior numero di pallet/SKU.
Per il prodotto e l’ambiente giusti, questi sistemi possono essere di immenso valore per aumentare la produttività.
Migliorano la movimentazione dei pallet, riducendo al minimo il rischio di danneggiare i prodotti e le scaffalature.

Svantaggi dei sistemi a shuttle per lo stoccaggio in magazzino

Sebbene i sistemi a shuttle per magazzino possano essere preziosi in determinati ambienti, presentano numerosi svantaggi.
Tra questi:

  • hanno costante necessità di manutenzione e i guasti possono comportare tempi di inattività;
  • richiedono un investimento iniziale significativo e personale specializzato per il funzionamento e la manutenzione;
  • non sono adatti alle operazioni di prelievo dei pezzi e alle strutture con un gran numero di articoli unici.

Vuoi conoscere in anteprima le notizie pubblicate su Logisticamente.it?

Ricevi la newsletter gratuita per rimanere aggiornato sulle ultime novità del mondo della logistica





A proposito di Sistemi di Magazzino