Sono quasi 2 milioni e mezzo i pallet con marchio contraffatto sequestrati tra gennaio e settembre 2016




Sistemi di Magazzino

Bancali rubati: 2016 nel segno della lotta all’illegalità

22 Dicembre 2016

Lotta all’
illegalità, lotta alla frode e all’evasione dell’Iva con norme che contrastino il fenomeno all’origine: è quanto viene sottolineato da Ettore Durbiano, presidente di Assoimballaggi, nel commentare i dati che riguardano il il traffico di bancali rubati nel periodo gennaio – settembre 2016 resi noti in questi giorni dalla Guardia di Finanza.

I numeri sono allarmanti: 144 interventi nel comparto della fabbricazione e riparazione di imballaggi in legno, pallet e contenitori per trasporto; contestazione di una maggiore base imponibile pari a circa 22 milioni di euro e IVA evasa per circa 7 milioni di euro; individuazione di 27 soggetti completamente sconosciuti al fisco e di 34 lavoratori irregolari; sequestro di 2,3 milioni di pallet con marchio contraffatto.

“I numeri raccolti grazie all’impegno del sottosegretario ai Trasporti, Simona Vicari, sono preoccupanti e confermano la necessità di proseguire senza esitazioni la lotta all’illegalità – afferma Ettore Durbiano – E ciò deve avvenire utilizzando strumenti investigativi ma, soprattutto, intervenendo con norme e leggi che consentano di contrastare efficacemente il fenomeno all’origine, come la reverse charge applicata ai pallet con lo scopo di ridurre i fenomeni di frode e evasione IVA, evitando che l’acquirente porti in carico l’imposta che il cedente non provvede a versare all’erario”.

La normativa ha dato una forte spinta ai produttori e riparatori italiani, che da anni applicano le regole con serietà, arginando il fenomeno delle società import-export organizzate nell’acquisto di ingenti quantitativi di pallet da Paesi intra-UE e rivenduti sul territorio italiano, incamerandosi l’IVA senza poi versarla all’erario.





A proposito di Sistemi di Magazzino