Outsourcing

RFID, tracciabilità e GPS. L’innovazione per la catena del freddo.

01 giugno 2016
In breve
Il trasporto farmaceutico e il trasporto di alimenti a temperatura controllata sono in continua evoluzione, tra norme europee ed evoluzioni tecnologiche che devono garantire il loro trasporto in condizioni di sicurezza sia per il mantenimento della temperatura sia per le condizioni di igiene. Cerchiamo di capirne di più partendo dall’analisi dell’Atp.
Premessa
I trasporti a temperatura controllata rappresentano un segmento del mercato in continua evoluzione, una crescita costante che impone alle aziende specializzate un costante aggiornamento tecnologico e legislativo. Non tutte però risultano preparate. Ecco tutti i dettagli sulla normativa.

Cos’è l’Atp e come funziona
L’ATP è la regolamentazione per i trasporti frigoriferi refrigerati a temperatura controllata di alimenti deperibili destinati all’alimentazione umana.
A.T.P. = Accord Transport Perissable è l’abbreviazione di “Accordi sui trasporti internazionali delle derrate deteriorabili e dei mezzi speciali da utilizzare per questi trasporti”.

La normativa ATP è il risultato di un accordo europeo sottoscritto nel 1970 da alcuni Stati , tra i quali l’Italia, che impone determinate regole nella costruzione degli allestimenti isotermici per i trasporti frigoriferi refrigerati destinati al trasporto di alimenti deperibili a temperatura controllata, determinate prescrizioni per gli utilizzatori e le modalità per i rispettivi controlli.

La norma ATP prescrive i tipi di alimenti deperibili da trasportare in regime di temperatura controllata e le temperature alle quali devono essere effettuati i trasporti frigoriferi e refrigerati, questi limiti sono in sintonia con quelli fissati dal Ministero della Sanità (D.P.R. n° 327/1980 e D.M. 12.10.81).


Sigle di riconoscimento
Le sigle adesive riportano la classificazione A.T.P. ottenuta per quel determinato veicolo, il mese ed anno di scadenza.
Le classificazioni sono riportate sul certificato A.T.P. al punto 3: tali sigle indicano la classificazione A.T.P. appartenente, quindi la temperatura a cui il veicolo può e deve mantenere durante il relativo trasporto.

Il Paragrafo 5 dell’appendice 1 dell’allegato 1 all’accordo A.T.P. prevede quanto segue: “Sui mezzi di trasporto saranno applicate le sigle di riconoscimento e le indicazioni in conformità alle disposizioni dell’appendice 4 del presente allegato”.
Esse dovranno essere eliminate non appena il mezzo di trasporto cesserà di essere conforme alle norme fissate dal presente allegato.


Classificazioni
Le principali classificazioni che può ottenere una carrozzeria isotermica o frigorifera sono le seguenti:

IN = ISOTERMICO NORMALE
per trasporti di alimenti deperibili a cui non necessita l’ausilio del frigo.
Tale classificazione comprendo anche le cisterne isotermiche per il trasporti di liquidi alimentari in regime ATP; si può montare un frigo omologato anche in un secondo momento classificando il veicolo FNA.

FNA = FRIGORIFERO NORMALE classe A
per trasporti di alimenti deperibili a cui necessita l’ausilio del frigo; il veicolo è omologato al trasporto di alimenti fino ad una temperatura di +0 °C.

IR = ISOTERMICO RINFORZATO
per trasporti di alimenti deperibili a cui non necessita l’ausilio del frigo; si può montare un frigo omologato anche in un secondo momento e a seconda della sua potenza, classificando il veicolo FRA – FRB – FRC .

FRA = FRIGORIFERO RINFORZATO classe A
per trasporti di alimenti deperibili a cui necessita l’ausilio del frigo; il veicolo è omologato al trasporto di alimenti fino ad una temperatura di +0 °C.

 FRB = FRIGORIFERO RINFORZATO classe B
per trasporti di alimenti deperibili a cui necessita l’ausilio del frigo; il veicolo è omologato al trasporto di alimenti fino ad una temperatura di -10 °C.

FRC = FRIGORIFERO RINFORZATO classe C
per trasporti di alimenti deperibili a cui necessita l’ausilio del frigo; il veicolo è omologato al trasporto di alimenti fino ad una temperatura di -20 °C e oltre.

RRC = REFRIGERATO RINFORZATO classe C
denominato in gergo “ghiacciaia”, per trasporti di alimenti deperibili a cui necessita l’ausilio del frigo; il veicolo è omologato al trasporto di alimenti fino ad una temperatura di -20 °C e oltre.


L’innovazione tecnologica passa per Torino
Si chiama WOCC, e sta per Web Order & Cold Chain il sistema tecnologico che integra tecnologie RFID, codici a barre e GPS per garantire un’affidabile tracciabilità della catena del freddo/caldo, per i prodotti alimentari e farmaceutici.
L’ha messo a punto la torinese ERPlan rivolgendo l’attenzione alle aziende con obblighi normativi in campo di tracciabilità della catena del freddo, o alle realtà interessate a fornire ai propri clienti un servizio tracciato, controllato e all’avanguardia.

Per loro, WOCC propone una soluzione in grado di realizzare un colloquio bidirezionale grazie all’architettura basata su tecnologia Web e ai protocolli standard di comunicazione utilizzati nel rispetto della privacy e della sicurezza delle informazioni.
Grazie ai sensori di temperatura RFID tag datalogger applicabili alle singole unità di movimentazione del prodotto, diventa poi possibile garantire il controllo del singolo lotto, sia durante il suo trasporto sia all’interno del singolo punto vendita.

Nello specifico, WOCC SCM supporta la famiglia di datalogger CAEN Easy2log in grado di unificare i processi di tracciabilità logistica con quelli della raccolta dati di temperatura rilevati, di volta in volta, attraverso terminali palmari, carrello con barecode, tablet touch o smart badge.
Che si tratti di scatole, contenitori o pallet, i sensori applicati identificano univocamente la singola unità all’interno della filiera e sono in grado di tracciare il profilo della temperatura rilevata e registrata nel tempo intercorso dall’attivazione del controllo fino alla consegna al cliente.

Così facendo, le aziende sensibili alle politiche di miglioramento continuo o che vogliono adeguare il proprio business agli strumenti di comunicazione basati sul Web, per un efficace sistema di controllo dei dati esposti verso l’esterno, trovano in WOCC una piattaforma utile a identificare la posizione delle merci in tempo reale, gli stati e le condizioni fisiche delle spedizioni e come i prodotti vengono movimentati all’interno della catena.

La soluzione si completa con la registrazione continua della temperatura durante il trasporto, per una gestione ottimale della catena del freddo/caldo, mentre le analisi e i reporting eseguiti a livello di singola commessa di spedizione consentono di fornire tracciati di temperatura per ogni collo movimentato e di fornire allarmi e warning operativi in modo da prevenire furti ed eventuali errori di consegna anche tramite app mobile.


WOCC POD, l’ultimo miglio per gli attori della filiera del farmaco
Al momento solo per gli operatori del settore e gli attori della filiera del farmaco ERPlan ha, infatti, sviluppato una soluzione mobile che estende le funzionalità di WOCC alla consegna di ultimo miglio.
Messa a punto utilizzando metodologie di navigazione standard di Android per abbattere la curva di apprendimento dell’operatore, l’applicazione WOCC POD identifica e valida consegne e prese, ne fornisce la localizzazione geografica e comunica i dati così raccolti in near real time per renderli disponibili alle stazioni operative e sul portale WEB di WOCC.

La sua integrazione con la soluzione di logistica di ERPlan WOCC SCM e il WOCC WEB Portal consentono la storicizzazione e la visualizzazione dei dati a livello di singolo documento come richiesto nelle regolamentazioni per il trasporto del farmaco a uso umano emanate dalla Commissione Europea e dalla Food & Drugs Administration americana.

Altri articoli per Outsourcing

Ultimi articoli per Supply Chain

Logistica sostenibile

Mobilità Sostenibile, ecco il primo corso scolastico

20 settembre 2018
Logistica sostenibile

“Time to Detox”, appuntamento dal 17 al 25 novembre

15 settembre 2018
Logistica sostenibile

E-Crafter: la logistica cittadina si fa green

13 settembre 2018
Logistica sostenibile

Eventi di logistica: appuntamento il 13 settembre a Milano

11 settembre 2018
Consulenza e formazione

AME: impegno nella sicurezza attiva sui luoghi di lavoro

22 agosto 2018

Video

Vedi tutti
Interviste

Ma cosa cercano le aziende? - Global Summit

23 gennaio 2018
Interviste
4PL: l'entità che gestisce la logistica - Global Summit
12 gennaio 2018
Interviste
La tecnologia creativa - Global Summit
01 dicembre 2017

Newsletter

Iscriviti alle nostre newsletter!

Ricevi gratuitamente informazioni e aggiornamenti in materia di logistica, trasporti, magazzino.

Seguici su Twitter

@logisticamente