Partiranno a breve i lavori per l'adeguamento strutturale e la sistemazione di un primo fascio di binari.




Outsourcing

Interporto Pordenone, accordo scalo ferroviario.

2 Ottobre 2014

Il presidente di Interporto Centro Ingrosso Pordenone, Giuseppe Bortolussi, ha sottoscritto ieri il contratto di raccordo con Rfi, che consentirà alla piattaforma logistica di collegarsi al servizio ferroviario.

Con questo atto vengono riconosciuti a Interporto gli slot ferroviari della rete nazionale e internazionale del traffico merci su rotaia.
Pertanto l’area intermodale si inserisce nella mappa ferroviaria esistente, definendo la possibilità e le modalità di movimento delle merci via treno da e per Pordenone.

Partiranno così a breve i lavori per l’adeguamento strutturale e la sistemazione di un primo fascio di binari esistenti.
Si stima che il primo convoglio possa muoversi entro il mese di dicembre.

“Il programma – afferma Bortolussi – prevede che a regime la nostra stazione elementare con standard europei sia dotata di sette fasci di binari, di cui tre elettrificati.

Se da un lato ora partiremo con la pubblicazione dei bandi per la costruzione della stazione stessa, contestualmente inizieranno i lavori per rendere operativa una prima linea.
Adesso è importante far conoscere il nostro scalo e portare qui da noi il traffico merci”.

Contatti sono stati stabiliti con i principali nodi ferroviari nazionali, ma anche con le realtà produttive di Ungheria, Ucraina e dell’area balcanica, con l’avvio del Consorzio “Corridoio Italia-Serbia”.
L’attività ferroviaria di Interporto prenderà corpo con il traffico merci sulla linea Marcianise-Pordenone-Belgrado.





A proposito di Outsourcing