Progetto europeo per migliorare l'intermodalità e sviluppare il traffico merci.




Outsourcing

Trieste partecipa a Inwapo.

1 Marzo 2013

Un progetto per interagire con il sistema di vie d’acqua, fluviali e non, esistenti nell’Europa Centrale, per sviluppare il traffico di merci.

Si chiama Inwapo – Upgradind of inland waterways and sea ports – questo progetto europeo al quale ha deciso di partecipare l’Autorità Portuale di Trieste.

Con un budget complessivo di 3,8 milioni di euro, Inwapo ha l’obiettivo di migliorare il trasporto intermodale e sostenere il trasporto marittimo e fluviale quale alternativa al trasporto su gomma.

I sistemi d’acqua coinvolti sono tre: i porti del Nord Adriatico (Venezia, Trieste, Koper), del Danubio (Vienna, Budapest, Bratislava, Komarno, Sturovo), cechi e polacchi fino al Baltico (i sistemi dell’Elba, Vistola e Oder).

All’Autorità Portuale di Trieste verrà dato un finanziamento di circa 138 mila euro per studiare l’analisi del volume potenziale di traffico generato dalle merci agro-industriali, definire alcuni indicatori confrontabili con quelli degli altri porti coinvolti, infine per uno studio di fattibilità per migliorare le relazioni con i centri logistici e i principali assi di trasporto europeo.





A proposito di Outsourcing