Questo sito richiede JavaScript per funzionare correttamente. Si prega di abilitare JavaScript nel browser e ricaricare la pagina.
Meridiana Fly contro i contributi alle low cost.

Dal 16 settembre cancellati due collegamenti da Bari, altri scali oggetto di studio.




Outsourcing

Meridiana Fly contro i contributi alle low cost.

30 Agosto 2012

Non c’è pace, a quanto pare, nel settore delle compagnie aeree: a pochi giorni dalla vicenda Wind Jet, con agitazioni in programma da parte del personale di Lufthansa, si apprende che Meridiana Fly ha deciso di cancellare, dal prossimo 16 settembre, i collegamenti Bari-Verona e Bari-Milano Linate non lesinando i dettagli sulle motivazioni di tale scelta.

La compagnia fa notare che attualmente sarebbe in vigore un regime di ‘unfair competition’ da parte delle compagnie low cost, dal momento che i fondi degli enti locali destinati allo sviluppo di rotte internazionali verrebbero utilizzati anche per sostenere l’attività su rotte nazionali per di più già servite da vettori italiani.

Si lamenta inoltre mancanza di trasparenza nelle modalità di erogazione dei fondi, con particolare riferimento all’irlandese Ryanair, che estendendo il caso Verona ad altri aeroporti (per la maggior parte pubblici) che seguono le stesse modalità, percepirebbe da sola un contributo annuo di 300 milioni di euro.

Una nota del gruppo fa inoltre sapere che “procederà alla verifica dettagliata delle condizioni competitive presenti presso ogni singolo aeroporto e qualora rilevi la presenza delle distorsioni sopra rappresentate provvederà alla interruzione immediata della programmazione”.





A proposito di Outsourcing