Questo sito richiede JavaScript per funzionare correttamente. Si prega di abilitare JavaScript nel browser e ricaricare la pagina.
Convegno gratuito logistica 20 aprile 2011, Salsomaggiore Terme Parma

Convegno gratuito 'L'impresa della logistica', Salsomaggiore Terme (PR), 20 aprile 2011.




Fiere ed Eventi

Compiere un’impresa (di logistica) oggi: come fare, e quanto vale?

5 Aprile 2011


Premessa
Compiere un’impresa‘, al di là dei giochi di parole ai quali può prestarsi tale espressione, ha oggi una valenza particolarmente concreta, perché sembra essere una condizione necessaria a rimanere sul mercato, e le aziende che non riescono a fare qualcosa di straordinario chiudono i battenti.

In occasione di questo primo convegno del 20 aprile 2011 a Salsomaggiore Terme, dal titolo ‘L’impresa della logistica’, Logisticamente intende affrontare di petto l’argomento per cercare di chiarire cosa sia veramente necessario fare per riprendere a guadagnare, a investire, a svilupparsi: nella convinzione che una buona logistica possa ridare vigore a un’azienda e portarla a raggiungere risultati importanti, ma anche nella consapevolezza che i percorsi per raggiungere tali traguardi non siano molti, né sempre sicuri.

Prendendo le mosse dai 100 anni di Fratelli Carli e dalla logistica eccellente alla base di questo risultato, durante il convegno verranno forniti strumenti per misurare le prestazioni della propria logistica, per calcolare i costi di movimentazione merci, per simulare l’applicazione di differenti modelli di gestione delle scorte, e molto altro.

In questo articolo riportiamo gli abstract degli interventi, ricordando che la partecipazione è gratuita previa registrazione mediante questo modulo.

Iscriviti gratuitamente al convegno

» MODULO DI REGISTRAZIONE «


Indice degli interventi

  1. Paolo Azzali
    Traguardi e percorsi di logistica nelle aziende italiane: idee ed esperienze a confronto

  2. Stefano Bianchi, AB Coplan
    Scegliere ed utilizzare opportunamente i KPI: il modo giusto per misurare le performance della logistica aziendale

  3. Andrea Tinti, AD di Smarten – IUNGO
    Supply chain collaboration: perché è un’impresa?

  4. Federico Calzamiglia, Direttore Operations Fratelli Carli, Edoardo Flumiani, IT Manager Fratelli Carli, Giovanni Papagno, Presidente San Marino Mail, Roberto Ronchiadin, Beta80 Group
    Fratelli Carli Spa: 100 anni di esperienza nella vendita diretta e nella logistica di supporto

  5. Regione Marche: Antonio Minetti, Dirigente Servizio Territorio Ambiente Energia, Giorgio Occhipinti, Dirigente della P.F. Grandi Infrastrutture di Comunicazione, Viabilità e Demanio Idrico, Cinzia Montironi, Responsabile della P.O. Logistica
    Progetto Developmed: i porti del Mediterraneo per lo sviluppo dell’intermodalità europea

  6. Cristiano Giaroni, AD LEN Solution
    Ottimizzare le scorte: un’impresa che parte dalla simulazione

  7. Gianpaolo Meloni, Dir. Commerciale Unicar Yale
    Ridurre i costi di movimentazione: un’impresa possibile acquistando i carrelli elevatori (anziché noleggiarli)

Paolo Azzali

Traguardi e percorsi di logistica nelle aziende italiane: idee ed esperienze a confronto

Quali sono stati e quali sono gli obiettivi della logistica e dei logistici nelle aziende italiane?
Sono stati raggiunti? Sono raggiungibili?

Come si sono organizzate le aziende per mantenere la loro competitività anche in epoche difficili?
Ci sono soluzioni non ancora sperimentate che potrebbero aiutare il management a portare a termine l’impresa logistica.

Forte di una ventennale esperienza nel campo della consulenza logistica, analizzando le teorie che si sono succedute, i casi aziendali più significativi, le riflessioni di imprenditori e manager, Paolo Azzali disegna l’Impresa logistica dell’azienda italiana (anche quella mancata!) e propone il “suo” traguardo ed il “suo” percorso per i prossimi mesi.

^ torna all’indice ^

Stefano Bianchi (AB Coplan)

Scegliere ed utilizzare opportunamente i KPI: il modo giusto per misurare le performance della logistica aziendale

Il crescente interesse delle aziende nella ottimizzazione della supply chain ha portato allo sviluppo di una serie di tecniche e strumenti di analisi e di una serie di indici prestazionali utili per migliorare efficacia ed efficienza dei processi logistici.

La supply chain riveste oggi un ruolo fondamentale nella competitività di una azienda.
Da questo l’importanza del monitoraggio delle prestazioni logistiche nelle diverse aree: dagli approvvigionamenti, alla gestione delle scorte, alla pianificazione della produzione, ai magazzini, ai trasporti, con il duplice obiettivo di confrontarsi con l’esterno e di misurare gli effetti di processi di miglioramento avviati all’interno dell’azienda stessa.

Per costruire un sistema di indicatori in maniera corretta occorre tenere presente che la logistica deve ottimizzare sia l’efficacia, misurabile con il livello di servizio, sia l’efficienza, misurabile con i costi.

Leggi la presentazione aziendale di AB Coplan »

^ torna all’indice ^

Andrea Tinti (AD di Smarten – IUNGO)

Supply chain collaboration: perché è un’impresa?

Perché sono tutti convinti dei benefici di una Supply Chain integrata, ma pochi riescono ad ottenerla?

«Non è sufficiente eliminare le inefficienze interne e avere processi ottimizzati: occorre disporre di catene logistiche estese in grado di sopportare accelerazioni e decelerazioni improvvise. […] La soluzione va identificata nella ricerca di nuovi approcci di tipo organizzativo e relazionale […] attraverso la collaborazione lungo la catena logistica estesa» Roberto Crippa, Dir. Italian Operations, TruEconomy Consulting.

Il ruolo chiave che ricoprono i fornitori nella catena del valore di un prodotto o servizio non consente più una gestione “a vista” della Supply Chain. Oggi è indispensabile coinvolgere TUTTI i propri fornitori e non solo i principali 10 o 20.

Come?
Attraverso un approccio “NON INVASIVO” basato sul rispetto delle logiche e dei processi dei fornitori, in modo da coinvolgere con naturalezza tutti i fornitori in poche settimane, dai più grandi e tecnologici fino ai più piccoli e destrutturati.

Verranno presentati i risultati ottenuti da diverse aziende del comprensorio Parmense specializzate nella produzione di macchine alimentari; verrà illustrata la metodologia e le caratteristiche tecnologiche dell’approccio “Non Invasivo”, i passi da seguire per attivare una reale Supply Chain Collaboration con indicazione dei risultati, dei tempi e delle soluzioni per risolvere gli inconvenienti e le “resistenze” che si possono incontrare.

Leggi la presentazione aziendale di IUNGO »

^ torna all’indice ^

Federico Calzamiglia (Direttore Operations Fratelli Carli), Edoardo Flumiani (IT Manager Fratelli Carli), Giovanni Papagno (Presidente San Marino Mail), Roberto Ronchiadin (Beta80 Group)

Fratelli Carli Spa: 100 anni di esperienza nella vendita diretta e nella logistica di supporto

Con serietà, competenza e passione, da 100 anni Fratelli Carli porta ogni giorno sulle tavole di tante famiglie il famoso olio.
Ma non solo… Ormai da diversi anni, all’olio sono stati affiancati altri eccellenti prodotti.

La felice intuizione degli esordi nel 1911 di non vendere l’olio ai negozianti della zona, ma consegnarlo direttamente a singole famiglie con le quali instaurare un rapporto di fiducia, continua ad essere il filo conduttore dell’attuale Supply Chain per i clienti di tutta Italia e d’Europa.

Per soddisfare quest’idea è però necessaria una logistica e una distribuzione efficientissima e ottimizzata per trattare al meglio ogni fase del processo. Un sistema logistico in cui collaborano armoniosamente:

  • un magazzino automatico con trasloelevatori
  • un magazzino in radiofrequenza per la preparazione dei prodotti della linea di cosmetica
  • un magazzino con due linee pick to light per la preparazione delle spedizioni estere
  • trenta piattaforme
  • una rete di 130 padroncini per la consegna diretta in Italia
  • puntuali collegamenti internazionali
  • altissima qualità nella consegna all’estero

Beta 80 Group ha realizzato il sistema software di gestione del centro logistico di Imperia, utilizzando la soluzione Stockager®.

La Fratelli Carli ha scelto San Marino Mail, broker di trasporti internazionali, per garantirsi una puntuale organizzazione e controllo delle trazioni internazionali, una informazione di consegna attenta ed omogenea, il costante screening delle opportunità distributive nei mercati esteri oltre a reportistiche profilate e di qualità.

Leggi la presentazione aziendale di Beta 80 Group »

Leggi la presentazione aziendale di San Marino Mail »

^ torna all’indice ^

Regione Marche: Antonio Minetti (Dirigente Servizio Territorio Ambiente Energia), Giorgio Occhipinti (Dirigente della P.F. Grandi Infrastrutture di Comunicazione, Viabilità e Demanio Idrico), Cinzia Montironi (Responsabile della P.O. Logistica)

Progetto Developmed: i porti del Mediterraneo per lo sviluppo dell’intermodalità europea

Decisivo è il ruolo che porti, interporti ed aeroporti svolgono nel sistema logistico del trasporto intermodale.

Al loro grado di accessibilità, alla qualità delle loro connessioni e di quelle con le reti del trasporto trans europeo è strettamente legata la competitività del sistema.

Al fine di promuoverne il posizionamento strategico nell’area del Mediterraneo, 10 partners di sette diversi Paesi: Italia, Francia, Spagna, Grecia, Malta, Cipro e Montenegro, coordinati dalla Regione Marche, nell’ambito del progetto europeo “DEVELOP-MED”, del programma MED, stanno collaborando per creare, a livello di programmazione nazionale/regionale, un “sistema logistico” efficace e interconnesso, sostenendo al contempo lo sviluppo integrato dei singoli territori.

Obiettivi generali:

  1. Promuovere la maggiore competitività del sistema dei trasporti marittimi del Mediterraneo e migliorare l’accesso ai nuovi mercati globali;
  2. Agevolare e promuovere i flussi di traffico (persone e merci), mediante reti di trasporto intermodale efficienti e ben integrate;
  3. Produrre effetti benefici per l’ambiente con l’ausilio di modalità di basso impatto.

Singoli Local Action Plans, Mediterranean Action Plan ed una Road Map condivisa anche con gli operatori del settore, costituiscono i principali output del progetto, da diffondere a livello Nazionale ed Europeo.

^ torna all’indice ^

Cristiano Giaroni (AD LEN Solution)

Ottimizzare le scorte: un’impresa che parte dalla simulazione

Negli ultimi tempi ha assunto una sempre maggiore importanza per la creazione di vantaggio competitivo il concetto di ottimizzazione delle scorte, ovvero dell’individuazione del corretto livello di scorte che possa portare al miglior compromesso tra costi sostenuti e benefici in termini di livello di servizio.

Non sempre questo aspetto viene gestito nella maniera corretta, anzi.
Spesso e volentieri sistemi di gestione delle scorte errati o mal dimensionati possono portare ad elevati livelli di scorta da una parte e a frequenti rotture di stock dall’altra.

LEN Solution, azienda sviluppatrice di software, dopo aver implementato Thinking Pack, un applicativo per l’ottimizzazione delle scorte di aziende commerciali e di produzione, ha creato un ambiente di simulazione in grado di testare l’impatto sull’azienda di diversi modelli di gestione delle scorte potenzialmente implementabili.

Con pochi dati in ingresso e in tempi brevi, il simulatore “derivato” dal Thinking Pack è in grado:

– di ricreare l’andamento della scorta giornaliera reale;
– di simulare l’andamento della scorta che si sarebbe ottenuto nel caso i cui fosse applicato il sistema di gestione prescelto;
– di generare una reportistica puntuale che quantifica la disponibilità delle scorte.

Il simulatore si presenta quindi come lo strumento ideale per supportare il management nella scelta del miglior sistema di gestione delle scorte per l’azienda.

Leggi la presentazione aziendale di LEN Solution »

^ torna all’indice ^

Gianpaolo Meloni (Dir. Commerciale Unicar Yale)

Ridurre i costi di movimentazione: un’impresa possibile acquistando i carrelli elevatori (anziché noleggiarli)

La logistica è movimentazione, e per movimentare le merci in un magazzino servono i carrelli elevatori.

E’ ormai una consuetudine in molte aziende noleggiare i carrelli corrispondendo al fornitore (di logistica o di carrelli direttamente) un canone di locazione per le attrezzature necessarie.
Con questa scelta si crede di variabilizzare e ridurre il costo complessivo.

Non è sempre così!
Unicar Yale ha effettuato un’indagine approfondita elaborando una serie di scenari utili a validare o sconfessare la tesi proposta.

Da questo lavoro escono importanti e decisive informazioni relative anche alle caratteristiche ed ai costi dei carrelli di cui l’azienda si deve dotare e che è possibile reperire sul mercato.

Leggi la presentazione aziendale di Unicar Yale »

^ torna all’indice ^





A proposito di Fiere ed Eventi