Grazie al progetto Cargo sous terrain (CST) verrà creata in Svizzera una rete di circa 500 chilometri per il trasporto merci sotterraneo. Scopri di più




Trasporti Nazionali e Internazionali

Cargo Sous Terrain (CST): in Svizzera il trasporto merci avverrà sotto terra

30 Giugno 2022

Il Parlamento della Svizzera ha approvato una legge che rende possibile la realizzazione di Cargo Sous Terrain (CST), il progetto per il trasporto merci sotterraneo finanziato da privati.
La legge entrerà in vigore il 15 luglio, nel frattempo il Consiglio Federale ha adeguato gli allegati di due ordinanze necessari alla realizzazione.
Il progetto del Cargo Sous Terrain (CST) prevede la realizzazione di una galleria a tre corsie in funzione 24 ore su 24, che collegherà importanti centri logistici.
L’infrastruttura prevede la realizzazione di una rete di tunnel si estenderà per circa 500 chilometri e dovrebbe essere conclusa attorno al 2045.
All’interno di queste gallerie le merci viaggeranno a una velocità di 30 km/h, l’immissione e il ritiro dei colli avverrà in modo completamente automatizzato attraverso pozzi dotati di montacarichi.

Un investimento di circa 30-35 miliardi di franchi

Tra gli azionisti di CST figurano FFS Cargo, Swisscom, La Posta, l’Aaeroporto di Zurigo, la Banca Cantonale di Zurigo, La Mobiliare, Helvetia, Coop, Migros, Manor, Implenia, Holcim e i gruppi di logistica Rhenus e Panalpina.

La nuova legge prevede la necessità di una partecipazione a maggioranza svizzera per l’intera durata di vita dell’infrastruttura.
I gestori saranno tenuti al principio di non discriminazione: dovranno adempiere al proprio obbligo di trasporto fornendo a tutti pari condizioni di accesso.

Vuoi conoscere in anteprima le notizie pubblicate su Logisticamente.it?

Ricevi la newsletter gratuita per rimanere aggiornato sulle ultime novità del mondo della logistica





A proposito di Trasporti Nazionali e Internazionali