De’ Longhi, realtà con sedi commerciali in 32 mercati e 5 continenti, ha deciso di trasformare la propria catena di fornitura implementando le soluzioni SAP Integrated Business Planning. Ecco i dettagli




Outsourcing

De Longhi rivoluziona la sua supply chain estesa

1 Aprile 2022

In un momento storico complesso come il presente in cui la supply chain è profondamente condizionata da eventi con impatto globale, come la pandemia da Covid-19 e le sanzioni/controsanzioni dovute al conflitto tra Russia e Ucraina, attuare dei correttivi per rendere i processi logistici più razionali è diventato cruciale.
Proprio in questo contesto De’ Longhi, realtà distribuisce i suoi prodotti in più di 120 mercati, ha deciso di trasformare la propria catena di fornitura implementando le soluzioni SAP Integrated Business Planning.

Gli obbiettivi prefissati da De’ Longhi 

Sono diversi gli obiettivi che De’Longhi vuole raggiungere attraverso questa operazione:

  • Rispettare l’on-time delivery;
  • anticipare le richieste dei clienti;
  • rendere la produzione più affidabile con una corretta valutazione dei vincoli produttivi;
  • rendere i piani di approvvigionamento dei componenti più accurati.

Matteo Pecci, Global Supply Chain Director di De’ Longhi, ha dichiarato: “SAP IBP rappresenta lo strumento che ci consente di fare un passo in avanti, in particolare andando a implementare una supply chain integrata end-to-end con metriche, reportistiche semplici da leggere per operare in un modo più agile, e prendendo decisioni con informazioni distribuite e trasparenti che permettono di reagire agli elementi di volatilità del mercato”.

Vuoi conoscere in anteprima le notizie pubblicate su Logisticamente.it?

Ricevi la newsletter gratuita per rimanere aggiornato sulle ultime novità del mondo della logistica





A proposito di Outsourcing