La novità, a firma del ministro Galletti, semplifica l'iter per liberarsi dei piccoli elettrodomestici.




Outsourcing

“1 contro 0”: arriva in Gazzetta il decreto sui piccoli rifiuti elettronici.

5 Luglio 2016

Un modo semplice, veloce e gratuito per liberarsi dei piccoli elettrodomestici rotti o in disuso.
É questa la novità che verrà presto introdotta in Italia, con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, dal decreto “1 contro 0”, a firma del ministro dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare, Gian Luca Galletti.

Secondo quanto previsto dal provvedimento, infatti, la raccolta dei RAEE di piccole dimensioni (inferiori ai 25 cm) verrà sveltita, permettendo ai cittadini di consegnarli presso un distributore: se questo conterà superficie superiore a 400 mq sarà costretto al ritiro, mentre in caso contrario potrà opporsi all’obbligo.

“Il conferimento – spiegano fonti ministeriali al Sole 24 Ore – dovrà avvenire a titolo gratuito e senza che il cittadino debba acquistare un nuovo prodotto analogo o diverso”.
La nuova metodologia di raccolta di cellulari, tablet, phon e altri dispositivi avrà l’obiettivo di raggiungere nuovi target di raccolta differenziata, in accordo con la direttiva comunitaria sul tema dei RAEE in vigore da quest’anno.

Leggi anche RAEE: quanto si conosce del sistema di gestione dei rifiuti elettronici?





A proposito di Outsourcing