Studi sul settore logistico per migliorare lo sviluppo del sistema infrastrutturale regionale.




Outsourcing

La logistica sempre più rilevante fattore di competitività per l’Emilia Romagna.

3 Dicembre 2015

La posizione e le peculiarità produttive dell’Emilia Romagna l’hanno resa uno dei principali poli logistici del nostro Paese, e gli studi per innovare e rendere competitiva l’efficienza del suo sistema infrastrutturale hanno una posizione centrale nella prospettiva di sviluppo territoriale.

I dati rilevati sul trasporto merci vedono protagonista sempre l’autotrasporto, anche se le tonnellate trasportate sono diminuite del 25% tra il 2005 e il 2012, segno evidente della crisi economica.

Il trasporto ferroviario, al contrario, è aumentato in tonnellate passando da 13,7 a 16,9 milioni tra il 2005 e il 2014, anche grazie al sostegno economico della regione, in particolare per quanto riguarda le materie prime da lavorare in entrata, mentre in misura minore per la meccanica che dispone di fornitori a poche decine di chilometri.

“La logistica è un settore fondamentale per un territorio che da un lato congiunge l’Italia – spiega Confindustria Emilia-Romagna – e dall’altra, proprio per questa ragione, è diventato sede di enormi poli logistici come Ikea e Amazon.
Facendo peraltro i conti con un sistema che vede arrivare da Ravenna la gran parte delle materie prime da lavorare, ma vede partire dai porti del Tirreno i prodotti finiti”.





A proposito di Outsourcing