La nuova legge quadro su Interporti e piattaforme logistiche il tema dell'audizione.




Outsourcing

Le richieste di UIR al Parlamento.

13 Giugno 2013

Nei giorni scorsi UIR – Unione Interporti Riuniti – ha portato dinnanzi alla IX Commissione Trasporti, Poste e Telecomunicazioni della Camera dei Deputati la questione della nuova legge quadro in materia di Interporti e piattaforme logistico territoriali.

La legge, approvata alla Camera nella precedente legislatura, era stata fermata in Senato.

La delegazione di UIR, composta da Alessandro Ricci, Salvatore De Biasio, Roberto Pesaresi De Tomas e Cristina Sangiorgi, ha evidenziato i punti cardini della legge, “prioritaria per il Paese”: limitare la dispersione insediativa delle realtà infrastrutturali; riordinare le competenze tra i livelli comunitario, nazionale e regionale; assegnare al MIT il riconoscimento delle piattaforme esistenti e la localizzazione delle nuove per sviluppare l’intermodalità; istituire tra le Regioni un organo di coordinamento strategico; ribadire la natura giuridica privatistica dell’Interporto; incentivare l’agevolazione fiscale e favorire l’insediamento di centri per lo stoccaggio dei rifiuti e di materie prime secondarie.





A proposito di Outsourcing