Questo sito richiede JavaScript per funzionare correttamente. Si prega di abilitare JavaScript nel browser e ricaricare la pagina.
Venduto lo stabilimento ex Beghelli: nascerà un polo logistico

Lo storico sito industriale diventerà un centro logistico grazie a Tachbau Spa. Operazione da 17,5 milioni di euro per rilancio e razionalizzazione del portafoglio immobiliare




Outsourcing

Venduto lo stabilimento ex Beghelli: nascerà un polo logistico

2 Luglio 2024

È stata ufficializzata la vendita dello stabilimento ex Beghelli di Crespellano.
L’acquirente è Tachbau Spa, una società attiva nel settore dell’ingegneria civile e delle infrastrutture.
Beghelli Spa ha comunicato in una nota che i proventi dell’accordo, pari a 17,5 milioni di euro, saranno destinati all’estinzione del finanziamento ipotecario
sull’immobile e del finanziamento in pool.
La maggior parte dei fondi, 13,9 milioni di euro, è stata già corrisposta, mentre il restante sarà versato al completamento di alcuni adempimenti formali entro il terzo trimestre.

L’operazione si inserisce in una strategia più ampia di razionalizzazione del portafoglio immobiliare e dismissione di asset non strategici.
Beghelli intende focalizzarsi sulle attività core, migliorando la posizione finanziaria del gruppo per sostenere lo sviluppo commerciale, sia in Italia che all’estero.

Le polemiche ambientaliste

La trasformazione del sito in un polo logistico ha suscitato polemiche, soprattutto da parte di gruppi ambientalisti e politici.
La decisione era stata votata in consiglio metropolitano nel 2023, con l’opposizione dei Verdi.
Il consigliere Davide Celli aveva criticato l’operazione, definendola un ulteriore passo verso il consumo di suolo.

Silvia Zamboni, capogruppo di Europa Verde in Regione, aveva espresso preoccupazioni riguardo all’aumento del consumo di suolo e del trasporto su gomma.
Secondo lei, la riqualificazione dell’area abbandonata va bilanciata con la preservazione dei terreni rurali attigui.

La delibera

Il 1° agosto 2023, il consiglio comunale aveva approvato le varianti al Piano Territoriale Metropolitano (PTM) e al Piano Urbano della Mobilità Sostenibile (PUMS).
La seduta, quasi deserta, aveva visto il voto favorevole dei consiglieri di centro sinistra e dell’allora sindaco di Valsamoggia, Daniele Ruscigno.
La trasformazione del sito ex Beghelli in un polo logistico rappresenta un passo significativo per la razionalizzazione del portafoglio immobiliare di Beghelli, nonostante le critiche sul consumo di suolo.

Vuoi conoscere in anteprima le notizie pubblicate su Logisticamente.it?
Ricevi la newsletter gratuita per rimanere aggiornato sulle ultime novità del mondo della logistica





A proposito di Outsourcing