Bacheca logistica: il Parla l'esperto di Stefano Bianchi




11 Dicembre 2019

Bacheca Logistica

Un giorno, in un magazzino, ho visto qualcosa al tempo stesso semplice ed efficace, e vorrei condividerlo con chi legge.

Una parete sulla quale sono affisse due grandi bacheche.
Sulla prima sono appesi una serie di quadretti di formato A4. Metà quadretto ha lo sfondo rosso e una fotografia molto esplicita su “cosa non va fatto”, del tipo pallet posizionati male, cartoni aperti male, pellicola trasparente strappata e altre bellezze di questo tipo. La seconda metà del quadretto ha lo sfondo verde e mostra, in maniera altrettanto esplicita, “cosa va fatto”, del tipo pallet ben posizionati, cartoni aperti in modo corretto, pellicola trasparente rimossa.

Seconda bacheca.
Fotografie di volti.
Sotto a ogni volto una o più foto di corridoi del magazzino e di altre aree operative, corredate di descrizione.
In questo modo, a ognuno è assegnata un’area, e se l’area non ha l’aspetto della fotografia nessuno può fare finta di niente.
Rimango a fissare la bacheca in silenzio.

Il responsabile del magazzino se ne accorge e confessa che quando è arrivato, tre anni fa, il magazzino era un caos unico, con materiale in mezzo ai corridoio, sporcizia e pericolo.
Annuisco, e intanto mi scorrono davanti agli occhi le immagini dei quattro o cinque magazzini che vedo ogni settimana.