Questo sito richiede JavaScript per funzionare correttamente. Si prega di abilitare JavaScript nel browser e ricaricare la pagina.
Una logistica “Nuova” per abbigliamento, elettronica e cosmesi

Rodolfo_Giampieri_a_capo_dellAutorita_portuale_dellAdriatico_centrale




5 Dicembre 2016

Rodolfo Giampieri a capo dell’Autorità portuale dell’Adriatico centrale

Rodolfo Giampieri è stato nominato a Presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Centrale dal Ministro delle Infrastrutture e Trasporti, Graziano Delrio.

Nasce così ufficialmente un nuovo soggetto giuridico che conta 6 porti nella direttrice Adriatica (Pesaro, Falconara, Ancona, San Benedetto, Pescara, Ortona) con 215 km di costa da Pesaro a Ortona.

“L’Autorità di Sistema – ha detto Giampieri alla conferenza stampa di presentazione – dovrààvalorizzare le potenzialità di ciascun porto in una logica di cluster, per massimizzare l’efficienza e l’impatto economico – sociale sui territori di riferimento di ogni scalo.
La sintesi di diverse eccellenze diventa fattore di competitività sistemica”.

La collaborazione istituzionale come Format.
“L’elemento fondamentale in cui il Porto di Ancona ha creduto – ha spiegato il Presidente – è la collaborazione istituzionale.
Proprio grazie a questa idea di squadra ha saputo crescere e modernizzarsi in un momento di crisi della portualità italiana”

“Sarà quindi fondamentale proseguire ed estendere quello che ormai è diventato un format riconosciuto – ha ribadito Giampieri – Sono stati proprio alcuni dei punti, oggetto di questa nuova riforma, su cui si è basato il lavoro svolto fino ad oggi, ovvero: il dialogo Porto-città, il potenziamento delle infrastrutture necessario allo sviluppo, il considerare un Porto contemporaneo con le esigenze degli imprenditori (…)”.

Nuove opportunità.
Il Presidente ha poi spiegato che “Sono oltre 215 i km che comprendono questa nuova Autorità di Sistema.
215 km di piattaforma logistica diversificata e con potenzialità da esplorare, senza campanili, guardando alle esigenze delle imprese e dei lavoratori, rispettando e rafforzando le strategie territoriali di sviluppo infrastrutturale.
L’Autorità di sistema si colloca al centro della Macroregione Adriatico-Ionica, ed è pronta a cogliere le opportunità della Blue Economy.
In quest’ottica, i porti di Pescara e Ortona rappresentano un valore aggiunto estremamente importante per il loro ruolo strategico”.





A proposito di Direttamente dalle Aziende