Mercato immobiliare logistico e futuro della logistica last-mile nel webinar di World Capital

28 ottobre 2021
(Comunicato stampa)

La logistica last-mile e la resilienza del mercato immobiliare logistico sono stati tra gli argomenti trattati nel corso del webinar organizzato da World Capital dal titolo “E-commerce, last-mile e sostenibilità, come sta cambiando la logistica?”, che si è svolto giovedì 21 ottobre.

All’evento hanno preso parte importanti player del settore quali Damiano Frosi, Direttore dell’Osservatorio Contract Logistics “Gino Marchet” del Politecnico di Milano, Marco Adamo, e-Commerce Strategy & Public Affairs Manager di DHL Express Italy, Giovanni Cassinelli, Amministratore delegato di Immobiliare 2C, Guglielmo Davide Tassone, Presidente Training & Development Advisory Body di Fedespedi.

Il webinar, introdotto da Tiziano Boscarato, Senior Real Estate Consultant Logistic & Industrial Department di World Capital, ha messo in luce la resilienza del comparto immobiliare logistico, un mercato in continua evoluzione dove emergono parole chiave come e-commerce, last-mile e sostenibilità.

“In generale, possiamo affermare che il mondo della logistica, con il last-mile, sta passando a logiche tipiche del consumatore finale, ovvero ordini piccoli, puntualità e consegne in breve tempo - commenta Damiano Frosi, Direttore dell’Osservatorio Contract Logistics “Gino Marchet” del Politecnico di Milano – Tutto questo ci porta verso ad una filiera sempre più evoluta, dinamica e personalizzata in termini di servizi.”

“Il last-mile svolge un ruolo fondamentale nella logistica, diventando una vera e propria leva di marketing – commenta Marco Adamo, e-Commerce Strategy & Public Affairs Manager di DHL Express Italy – Questo grazie soprattutto alla possibilità di personalizzazione dei servizi, capace di influire il successo di un e-commerce rispetto di un altro. Non da meno il tema della sostenibilità, a cui il consumatore oggi pone grande attenzione. Proprio per questo abbiamo deciso di investire da qui al 2030 7 miliardi di euro in tecnologia green.”

In forte crescita il segmento dell’e-commerce B2c


Focalizzandoci sul mercato dell’e-commerce dall’intervento di Damiano Frosi, Direttore dell’Osservatorio Contract Logistics “Gino Marchet” del Politecnico di Milano, è emerso che l’anno scorso il segmento dell’e-commerce B2c, in termini di prodotti, ha registrato in Italia una crescita del 45%, trend che si conferma in positivo anche nel 2021 con un valore pari a 30,5 miliardi di euro.
Altro dato interessante emerso sempre dalle ultime rilevazioni dell’Osservatorio Contract Logistics è che il 65% dei nuovi player della logistica basa l’innovazione su nuove tecnologie volte a rispondere alla crescente domanda di servizi in ambito last-mile delivery.

Oggi il last-mile non è solo più una soluzione, ma un elemento che determina la conversazione, questo l’aspetto emerso dall’intervento di DHL Express Italy.
Oltre il 60% degli acquirenti online, infatti, scelgono un merchat rispetto ad un altro in funzione delle opzioni di delivery nella parte di last-mile.

Un’innovazione tecnologica implementata proprio da DHL Express Italy per servire i consumatori di 220 Paesi è quello di dare la possibilità di personalizzare la consegna attraverso una piattaforma software, dove il cliente riceve una notifica di alert sullo stato della propria spedizione e di personalizzare quando e dove far consegnare il proprio pacco.

Innovazione e gestione delle risorse umane tra i profili più richiesti dal mercato


La tematica della tecnologia gioca un ruolo fondamentale non solo nel mondo della logistica, ma anche in quello occupazionale.
Dall’intervento di FEDESPEDI è infatti emerso che nei prossimi anni ci saranno determinati profili professionali maggiormente richiesti dal mercato del lavoro.

Oltre alle canoniche figure impiegate nella vendita e consulenza, avranno grande risonanza i profili legati al campo dell’innovazione, dell’amministrazione e della gestione delle risorse umane, ma anche del marketing & comunicazione.

“Valorizzare le risorse umane che sono l'asset più prezioso nel settore del freight forwarding è l'elemento chiave per vincere le sfide dell'innovazione tecnologica e della sostenibilità e garantire la competitività delle imprese di spedizioni internazionali. Questo aspetto è tra gli elementi principali che emergono dallo studio che Fedespedi ha realizzato sul futuro delle professioni della logistica e spedizioni internazionali, Disclosing The Forwarding World” ha dichiarato Guglielmo Davide Tassone, Presidente Training & Development Advisory Body di Fedespedi.

Inoltre, da una survey condotta da FEDESPEDI su un campione di circa 400 lavoratori impiegati nel settore delle spedizioni internazionali e oltre 500 studenti, è emerso che gli aspetti più positivi della professione dello spedizioniere sono la stabilità lavorativa (58,7%) e l’operare in team (48,4%), mentre la criticità maggiore è il lavoro stressante (69,9%).

Consumatori sempre più attenti alla sostenibilità


Non solo tecnologia e digitalizzazione, ma anche sostenibilità, oggi sempre di più il consumatore è attento ad una logistica green.
Per far fronte a questo aspetto, dal punto di vista della costruzione e dello sviluppo, si cerca di rendere l’immobile meno impattante in ottica ambientale.

Tuttavia, non sempre la richiesta degli operatori logistici va di pari passo con i criteri della sostenibilità.
Oggi, infatti, la maggior parte dei player della filiera, com’è emerso da una survey pubblicata nel nuovo Borsino Immobiliare della Logistica H1 2021, sono alla ricerca di immobili nuovi, di grandi dimensioni posizionati fuori dalla città o, nell’ottica di una strategia di e-commerce, di un magazzino più piccolo situato nel contesto urbano.

Per far fronte a tali esigenze e mantenere un approccio sostenibile, sono richieste alcune accortezze, come per esempio prediligere degli immobili già esistenti sul territorio, piuttosto che edifici di nuova costruzione, così da arginare il consumo del suolo.

“La logistica è un servizio di fondamentale importanza per lo sviluppo sostenibile delle città e per questo è utile avere una rete capillare di hub distributivi - commenta Giovanni Cassinelli, Amministratore delegato di Immobiliare 2C - Oltre a cercare di trasformare gli immobili logistici in edifici green, oggi le grandi sfide della filiera sono sicuramente quelle di provare a riutilizzare gli immobili già esistenti e le aree abbandonate e riuscire ad integrarsi nei territori e nelle comunità in cui si va a operare.”

“Oggi la logistica è caratterizzata da tre concetti molto importanti: e-commerce, last-mile e sostenibilità. Oltre a scegliere le giuste tecnologie per una logistica sempre più snella, è fondamentale individuare la corretta localizzazione di uno stabilimento last-mile per ridurre i costi e garantire una maggiore efficienza del servizio – dichiara Tiziano Boscarato, Senior Real Estate Consultant Logistic & Industrial Department di World Capital – Per questo abbiamo deciso di implementare un nuovo modello localizzativo, capace di essere una bussola per tutti quei player che hanno la necessità di insediare dei nuovi hub.”

Altri articoli per Direttamente dalle Aziende

Video

Vedi tutti
Dalle Aziende

System Logistics - SHARK: Automated Guided Vehicles

16 dicembre 2021
Dalle Aziende
System Logistics per Coca Cola HBC Austria nell'impianto di Edelstal
16 dicembre 2021
Dalle Aziende
Modula Slim: i vantaggi della tecnologia Lift nello spazio di un carosello verticale
15 dicembre 2021

Newsletter

Iscriviti alle nostre newsletter!

Ricevi gratuitamente informazioni e aggiornamenti in materia di logistica, trasporti, magazzino.

Aziende

Vedi tutte

Ti presentiamo alcuni tra i migliori fornitori di servizi logistici

Seguici su LinkedIn

Logisticamente.it