Come aiutare una categoria schiacciata dalla logistica per l’e-commerce e dal trasporto marittimo globale




Trasporti Nazionali e Internazionali

Silvia Moretto rilancia gli spedizionieri italiani, una categoria a rischio

21 Marzo 2019

La neo-presidente della Federazione nazionale delle imprese di spedizioni internazionali, Silvia Moretto, designa le priorità per gli spedizionieri italiani nel prossimo futuro, schiacciati ormai dal commercio elettronico delle multinazionali e dalle compagnie marittime globali.

La minaccia è soprattutto “la tendenza da parte dei grandi gruppi amatoriali alla verticalizzazione delle attività di come gestire la supply chain e all’arrivo di nuovi operatori potenzialmente distruttivi sul mercato logistico e distributivo, come Amazon”, spiega Moretto.

Sono molteplici gli aspetti da considerare per permettere questo rinnovamento.
La Brexit non avrà solo lati negativi, ma porterà molte aziende a riposizionarsi in altri paesi come l’Italia, che avrà allora il compito di semplificare le procedure e i controlli per facilitare questo processo.

Un secondo tema è quello della digitalizzazione, nel quale l’Italia è ancora alle prime armi e deve mettersi al passo con il mercato sempre più competitivo.
Le basi per il progresso variano tra e-commerce, digitalizzazione, consolidamento, semplificazione normativa, presenza dei giovani e coesione interna alla categoria, favorendo anche una semplificazione normativa per gli spedizionieri stessi.





A proposito di Trasporti Nazionali e Internazionali