Questo sito richiede JavaScript per funzionare correttamente. Si prega di abilitare JavaScript nel browser e ricaricare la pagina.
Logistica per l'e-commerce: aumentano gli acquisti online a causa del Covid-19

La pandemia del Coronavirus ha portato a un aumento dell’e-commerce, grazie soprattutto alla spesa alimentare online




Trend

Cresce l’e-commerce, a rischio la tenuta della logistica

25 Marzo 2020

L’agenzia Nielsel ha pubblicato un report che mostra come nei primi quattordici giorni di quarantena causata dal Coronavirus gli acquisti online sono aumentati del 30%.
Un aumento davvero straordinario nel panorama italiano, picchi del genere si registrano solamente in momenti come il periodo natalizio o quello dei saldi.

A farla da padrone nell’e-commerce è la spesa alimentare, che è cresciuta talmente tanto da lasciare la GDO impreparata nella gestione degli ordini.

Se si aggiunge che in questo periodo l’organico dei magazzini è ridotto al minino la gestione del carico del lavoro potrebbe risultare davvero insostenibile. Nonostante le altissime misure di sicurezza anche magazzinieri, trasportatori e corrieri rischiano di ammalarsi, soprattutto perché ogni giorno si trovano a incontrare molte persone.

Alcuni corrieri come TNT e SDA hanno deciso che non ritireranno più carichi voluminosi, come i pallet di merci, per non dover utilizzare intere squadre di operatori per effettuare i trasporti.

Il colosso americano, Amazon, per correre ai ripari ed evitare di aumentare i ritardi nelle consegne ha deciso di bloccare la vendita di tutti quei beni considerati non di prima necessità.

In Europa, ad oggi, l’unico corriere che non ha introdotto particolari restrizioni sulle consegne delle merci è DHL.

Se la situazione continuerà, come sta procedendo, il ritardo nelle consegne aumenterà passando da un 70% di pacchi consegnati ad oggi ad un 50%. Le mancate consegne rallenteranno ulteriormente la supply chain logistica dell’e-commerce.





A proposito di Trend