I dispositivi Panasonic TOUGHBOOK con il sistema operativo Windows 11 possono rappresentare un vero cambiamento per i lavoratori per coniugare mobilità e sicurezza




16 Febbraio 2024

Panasonic Toughbook: con Windows 11 cambia la mobilità

(Comunicato stampa)

La necessità di un sistema operativo in grado di offrire la massima potenza di elaborazione è oggi una naturale conseguenza delle esigenze dei lavoratori sul campo, i cui i dispositivi mobili sono chiamati a svolgere sempre più funzioni.
Ecco perché, in vista dell’uscita dal mercato del supporto Windows 10 prevista per ottobre 2025, la gamma TOUGHBOOK di Panasonic mette a disposizione dei propri utenti i sistemi operativi Windows 11 e Windows 11 Pro, che garantiranno maggiore potenza di elaborazione, sicurezza e flessibilità per i lavoratori mobili.

Prestazioni affidabili in qualsiasi ambiente

Che si lavori in ufficio, sul campo, a casa o in tutte e tre le situazioni, i dispositivi TOUGHBOOK con Windows 11 sono progettati per supportare le aziende nel lavoro quotidiano.
I sistemi operativi Windows offrono da tempo agli utenti una maggiore potenza di calcolo, più memoria e una CPU più potente rispetto a molti dei suoi competitor.
La potenza aggiuntiva semplifica l’esecuzione di più applicazioni sul campo da parte degli utenti ed è particolarmente utile per attività ad alto carico di dati, come ad esempio l’utilizzo di tool di trascrizione, di analisi e misurazione predittiva, o Microsoft Copilot per migliorare le applicazioni Microsoft aziendali tramite intelligenza artificiale.

Un elevato livello di prestazioni va spesso di pari passo con un maggiore sforzo – e una minore durata – della batteria: ma grazie alla presenza di batterie sostituibili a caldo sui notebook TOUGHBOOK, gli utenti possono serenamente utilizzare tutti gli strumenti aggiuntivi a disposizione per portare a termine il proprio lavoro.
Windows 11 consente inoltre una connessione e navigazione web rapida, velocizzando flussi di lavoro e strumenti di collaborazione – in breve, garantisce prestazioni migliorate, tempi di avvio più rapidi e una efficienza energetica senza precedenti.

Sicurezza al primo posto

Windows 11 introduce numerosi miglioramenti in fatto di sicurezza, tra cui difese migliorate contro i malware con Secure Boot (Windows 11 è due volte più resistente ai malware rispetto al precedente sistema operativo Windows) e una migliore protezione delle credenziali tramite miglioramenti a Windows Hello, il sistema di sicurezza biometrico di Microsoft.
Questo ha già fatto registrare alle aziende una diminuzione del 58% degli incidenti di sicurezza e una riduzione del 20% delle violazioni informatiche riuscite.

Un altro aggiornamento chiave risiede nei progressi di Windows 11 per la sicurezza del cloud, a protezione di chi opera in mobilità o da remoto.
In qualità di PC Microsoft Secured Core – con Microsoft Defender Smart Screen di serie su tutti i modelli – i dispositivi TOUGHBOOK sono sempre sicuri e aggiornati, grazie anche agli aggiornamenti regolari e al supporto di cui beneficia Windows.

Mobilità senza soluzione di continuità

La gestione dei dispositivi mobili è un tema delicato nel mobile computing, poiché i team IT devono monitorare i dispositivi in tempo reale e aggiornare e applicare patch al software da remoto, offrendo agli amministratori il controllo completo.
I dispositivi TOUGHBOOK abilitati per Windows 11 dispongono anche di Azure Virtual Desktop, che consente ai team sul campo di accedere in modo sicuro a desktop e applicazioni virtualizzati nel cloud.

Dal momento che ogni cliente ha necessità peculiari e gli operatori sul campo ricoprono una serie di ruoli con requisiti diversi, le aziende hanno bisogno di dispositivi in grado di adattarsi a diversi casi d’uso – estendendo così il loro ciclo di vita – supportando più utenti in ruoli diversi.
Windows 11 comprende Microsoft Deployment Toolkit e System Center Configuration Manager, che permettono alle aziende di configurare utenze individuali con set di app diversi.
Ciò riduce i requisiti di licenza del software, automatizza e accelera la configurazione della workstation e consente agli amministratori IT di fornire una soluzione migliore per ciascun ruolo.

Inoltre, gestire un parco di dispositivi Windows elimina la necessità di un software MDM di terze parti, incorporando invece la funzionalità nel sistema operativo Windows.
Ciò mantiene bassi i costi e garantisce che la flotta possa facilmente integrarsi e connettersi con un’ampia gamma di sistemi e dispositivi.





A proposito di Direttamente dalle Aziende