Due Torri Spa è al centro di un cambiamento, la strategia dell’azienda è fare rete con istituzione e imprese per creare una logistica sempre più etica e sostenibile




12 Dicembre 2023

Due Torri Spa: l’azienda punta a rinnovare il settore logistico

(Comunicato stampa)

Un’azienda giunta alla terza generazione, con tre milioni di bancali movimentati per anno e nuove linee di business che vanno dal servizio doganale alla consulenza operativa, fino alla acquisizione della maggioranza di One Express Italia Spa, azienda che si occupa di spedizioni su pallet con 131 milioni di euro di ricavi annui all’attivo.
Due Torri Spa, azienda bolognese del Gruppo Franceschelli S.p.A, si presenta alla vigilia dei suoi 50 anni – li compirà nel 2024 – con l’intenzione di affrontare al meglio le molteplici sfide che la logistica è chiamata ad affrontare, dall’attrattività del comparto per le lavoratrici e i lavoratori alla sostenibilità economica e, soprattutto, ambientale.
Sfide che ha approfondito assieme al mondo delle istituzioni, della ricerca, delle imprese e delle startup nel corso di Innovalab, quest’anno interamente dedicato ai principali trend di settore per il 2024, alle linee di evoluzione dell’economia circolare e all’apporto fondamentale delle nuove tecnologie.

Due Torri è anche al centro di progetti importanti

Un confronto più che mai ancorato a un contesto come quello di Bologna, città in prima linea a livello europeo nella sperimentazione di soluzioni di logistica sostenibile, con progetti che coinvolgono attori pubblici e privati, come URBANE (Upscaling Innovative gReen urBan logistics solutions through multi-Actor collaboration & Physical INternet (PI)-inspired last mile delivEries) che vede Bologna assieme a Valladolid, Helsinki e Salonicco nel gruppo delle quattro città pilota (Lighthouse Living Labs) che sperimenteranno azioni innovative nel campo delle consegne dell’ultimo miglio nel centro storico: progetto di cui Due Torri Spa è partner.

Un contesto in cui spicca come centrale il ruolo dell’Interporto, che con 6mila persone al giorno transitanti è uno dei quattro hub della logistica nella Città metropolitana di Bologna, ma soprattutto il primo luogo di sperimentazione di buone pratiche.
Ne sono esempio la Carta Metropolitana per la logistica etica, della quale Due Torri è stata tra i primi firmatari, e il progetto Interlab – sostenuto dalla Regione Emilia-Romagna e attuato dalla Città Metropolitana di Bologna – finalizzato all’ottimizzazione dei flussi, con la creazione di un Digital Twin dell’Interporto, implementato con i dati immessi dalle aziende.
La mappa digitale così ottenuta e l’attivazione di laboratori territoriali consentono il miglioramento dei movimenti, e conseguentemente la riduzione dei rischi, lo smaltimento del traffico e dunque dell’inquinamento.

Un obiettivo, quello della riduzione delle emissioni, da centrare anche attraverso una miglior gestione delle merci: ampi i margini di miglioramento, dal momento che, ad oggi, quasi la metà dei mezzi viaggia con un carico al 25%.
Tema di cui si occupano alcune delle startup presenti all’evento, da Voidless, che si pone l’obiettivo di ridurre i materiali di imballaggio, implementando un approccio “box-on-demand” a Turtle, primo software gestionale della sostenibilità che quantifica gli impatti ambientali, sociali e economici delle aziende di diversi settori, sia produttivi che di servizi. Tra le startup presenti anche ReFuel Solution che ha messo a punto un kit che abilita qualsiasi motore a diesel all’utilizzo di biodiesel puro.

Il mantenimento dei trend di crescita – costanti – di uno dei settori economici maggiormente strategici è strettamente legato alla capacità innovativa che le aziende, con l’aiuto delle istituzioni, saranno in grado di mettere in campo, con una visione di medio e lungo termine e la capacità di anticipare bisogni e necessità in rapido cambiamento.





A proposito di Direttamente dalle Aziende