Questo sito richiede JavaScript per funzionare correttamente. Si prega di abilitare JavaScript nel browser e ricaricare la pagina.
NUMBER 1 e Mellin confermano la partnership.

Chimica_perfetta_tra_Yale_e_BASF




11 Luglio 2012

Chimica perfetta tra Yale e BASF.

Con altezze di stoccaggio a scaffale di oltre 13 metri e corsie di appena 1,65 metri, BASF presenta esigenze di movimentazione dei materiali molto specifiche per il proprio magazzino di materie prime e prodotti finiti, dove ogni settimana si registrano oltre 25.000 movimenti di pallet.

Attualmente lo stabilimento BASF di Bradford si avvale dell’utilizzo di cinque carrelli VNA all’avanguardia della serie Yale MTC, dotati di un sistema di commissionamento degli ordini computerizzato che determina automaticamente il percorso più efficiente in termini di tempo ed energia. Tale flotta verrà integrata dall’inserimento di due nuovi carrelli, a rafforzare il lavoro di movimentazione.

Ciascun 80V MTC15 può movimentare contenitori industriali per merce sfusa o pallet di peso fino a 1.500 kg, trasportandoli dagli scaffali alle aree di smistamento fino alla fine di ciascuna corsia, pronti per essere caricati e scaricati da carrelli a forche elettrici con contrappeso.

Criag McAllister, responsabile BASF per l’area di movimentazione dei materiali di tutto lo stabilimento, spiega: “Lo stabilimento deve operare in ciclo continuo e, pertanto, le sostanze chimiche e i materiali conservati nel magazzino vengono utilizzati 365 giorni.
Qualsiasi interruzione della fornitura può provocare costi elevati e l’arresto di tutte le operazioni. Per questo motivo il primo fattore che abbiamo considerato per la sostituzione della flotta VNA è stato l’affidabilità“.

Una flotta solida e affidabile
La serie MTC di Yale è stata progettata con motori chiusi e tecnologia AC, la tecnologia CANbus e la capacità di diagnostica per offrire una maggiore affidabilità. Il ridotto costo totale di proprietà è garantito dalla riduzione al minimo degli interventi di manutenzione e di riparazione non programmati.

Il concessionario Yale Forkway, che in Gran Bretagna affianca Briggs Equipment, si è aggiudicato la fornitura di sette carrelli elevatori VNA e della manutenzione di ulteriori 20 unità per la movimentazione dei materiali presenti in loco.

Tim Hunter, Direttore operativo del Forkway Group che ha lavorato con BASF per individuare le esatte specifiche delle attrezzature necessarie e per consigliare una soluzione che offrisse le prestazioni richieste dall’azienda, commenta: “La soluzione che abbiamo proposto era basata sui migliori carrelli elevatori disponibili in base alle specifiche del magazzino esistente. Abbiamo rilevato che la serie MTC avrebbe offerto un ridotto costo di proprietà, un’elevata affidabilità e produttività, abbinati al comfort dell’operatore”.

Hunter continua: “Una parte della soluzione proposta da Forkway prevedeva un sistema di ricarica ad alta efficienza, con batterie all’avanguardia che pompano aria nelle celle della batteria aumentando l’efficienza energetica.
Abbiamo anche incluso un programma di manutenzione ordinaria della durata di cinque anni, con un tecnico dedicato in loco per garantire che i carrelli elevatori lavorino alla produttività ottimale per il massimo tempo di utilizzo possibile”.

Design ergonomico per garantire la semplicità d’uso
McAllister aggiunge: “Un altro fattore importante era la facilità di utilizzo e il comfort degli operatori. Con un’operatività di 24 ore al giorno divise in quattro turni, l’utilizzo dei carrelli in un magazzino silenzioso nel pieno della notte può risultare molto solitario; per questo motivo dovevamo garantire la massima efficienza e assicurare che gli operatori restassero vigili e concentrati”.

“I carrelli MTC offrono una grande visibilità e facilità d’utilizzo, tutti fattori che contribuiscono alla sicurezza di funzionamento. Anche il sedile comodo e i comandi facilmente accessibili rendono l’uso ancora più semplice e contribuiscono a ridurre l’affaticamento dell’operatore”.
I comandi a joystick sono stati previsti come opzione per tutti i carrelli; ciascuno è equipaggiato con un punto di collegamento MP3.

Efficienza del magazzino
Forkway ha rivestito un ruolo decisivo anche nella scelta delle soluzioni da adottare per migliorare l’efficienza del magazzino e per ridurre i tempi di fermo, ridefinendo i loop impiegati per la guida del filo dei carrelli VNA.
Hunter commenta: “In precedenza, il filo posato nel pavimento del magazzino costituiva un solo loop continuo. Di conseguenza, la presenza di un solo problema poteva causare l’arresto di tutti e quattro i carrelli. Ora abbiamo posato otto loop separati che consentono di isolare un’area specifica del magazzino qualora si dovesse verificare un problema, senza interferire con le altre aree”.

McAllister conclude: “Siamo molto soddisfatti dell’affidabilità dei carrelli: attraverso la serie MTC ci siamo resi conto di quanto Yale sia il massimo dell’efficienza, anche in termini di ergonomia. Dalla cabina gli operatori hanno una visibilità migliore; la loro risposta è stata molto positiva”.

Per ulteriori informazioni sulla gamma innovativa di carrelli elevatori a torretta Yale MTC man-up per corsie molto strette, visitate www.yale-forklifts.eu.





A proposito di Direttamente dalle Aziende