“Le giornate di divieto vanno ridotte al minimo per accompagnare la ripresa dell’aumento della produttività”.




Trasporti Nazionali e Internazionali

Autotrasporto: perplessità sui divieti di circolazione delle associazioni di categoria .

19 Novembre 2015

Il 12 novembre ha avuto luogo un incontro durante il quale il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha illustrato la bozza dei nuovi divieti di circolazione per l’anno 2016 per l’autotrasporto.

In quell’occasione le associazioni di categoria avevano sollevato alcune osservazioni in merito e hanno quindi inviato una lettera congiunta con le loro proposte, firmata da ANITA e UNATRAS, al Sottosegretario alle Infrastrutture Umberto Del Basso De Caro, al Capo di Gabinetto del ministero dei Trasporti Mauro Bonaretti e al Direttore della sicurezza stradale Sergio Dondolini.

Nella lettera si chiede di eliminare alcuni divieti, sostenendo che “la bozza di calendario presentata ripropone un vecchio schema, facendo registrare un passo indietro rispetto all’impegno politico di accompagnare la ripresa con un aumento della produttività”.

Le richieste riguardano, infatti, l’alleggerimento o la rimodulazione delle giornate di divieto, in particolare il martedì dopo Pasqua e le giornate non festive come i venerdì e i sabato.

Sono state accolte positivamente invece le riduzioni dell’orario di divieto in alcune giornate di domenica dei mesi non estivi e la stabilizzazione della deroga per i trasporti combinati internazionali, introdotta nel 2015 a titolo sperimentale, domandando di estenderla anche ai nazionali.





A proposito di Trasporti Nazionali e Internazionali