Economiesuisse, ASTAG, VAP, Air Cargo e SVS fanno il punto sul trasporto svizzero.




Trasporti Nazionali e Internazionali

Svizzera: i trasportatori chiedono di poter circolare dalle 4.00 della mattina.

20 Febbraio 2015

L’ente svizzero Economiesuisse ha fatto il punto della situazione relativa al trasporto sul territorio, affiancata dai rappresentanti delle quattro organizzazioni del settore, durante l’incontro a Berna di ieri 19 febbraio.

Erano presenti i rappresentanti dell’Associazione svizzera dei trasportatori stradali – ASTAG, della società di trasporto ferroviario VAP, di Air Cargo e dell’Associazione svizzera di navigazione e di economia portuale SVS.

Tra le misure proposte per migliorare l’efficienza del trasporto merci, è emersa la necessità per i camion di:

  • poter circolare dalle 4.00 del mattino invece che dalle ore 5.00;
  • estendere il limite di velocità da 80 a 90 km/h;
  • togliere il divieto notturno di circolazione per i mezzi pesanti silenziosi sui brevi tragitti per le forniture dei centri urbani, per sgravare la circolazione negli orari di punta.

ASTAG ha chiesto di realizzare rapidamente il corridoio ferroviario di quattro metri e di ampliare le capacità di trasbordo dei container con la costruzione di un terminal trimodale sulla piazza logistica di Basilea.





A proposito di Trasporti Nazionali e Internazionali