Meglio puntare ad una collaborazione volontaristica tra Autorità Portuali appartenenti allo stesso sistema logistico.




Trasporti Nazionali e Internazionali

Proposta di Merlo per lo Sblocca Italia: coordinamento al posto dell’unione di più Autorità.

15 Settembre 2014

Come riportato dall’Ansa, Luigi Merlo, presidente dell’Autorità Portuale di Genova, ha inviato al ministro Lupi un emendamento allo Sblocca Italia.

La proposta è quella di “una collaborazione attraverso programmi coordinati delle proprie attività, della durata di almeno cinque anni e che preveda l’integrazione dei piani regolatori, l’adozione di piani operativi triennali, un comune programma di investimenti, e la regolamentazione unitaria sull’attività di competenza dei servizi portuali”.

Verrebbe previsto un riconoscimento annuale dell’1% in più di autonomia finanziaria per le Autorità che attueranno questa procedura.
Tra le proposte, l’eliminazione dell’Imposta Ici dalle banchine demaniali; facilitazioni a Rfi per le infrastrutture ferroviarie nei porti, con l’accelerazione dei tempi delle concessioni (sotto 4 anni) e la riduzione dei tempi per atti di ordinaria amministrazione (con poteri diretti al presidente e aumento di deleghe a segretario generale e dirigenti).

Si propone, inoltre, di assegnare all’Agenzia delle Dogane il ruolo di coordinamento di tutte le attività di controllo delle merci all’interno dei porti.





A proposito di Trasporti Nazionali e Internazionali