Ad esclusione del settore petrolifero, lo scalo veneziano presenta numeri positivi.




Trasporti Nazionali e Internazionali

Porto di Venezia: stagione in piena crescita.

13 Giugno 2014

Nove milioni di tonnellate e un +8,94% sulla movimentazione delle merci: questi i numeri del Porto di Venezia rispetto allo stesso periodo del 2013.
Un risultato positivo, si legge in una nota dell’Autorità portuale, calcolato per tutti i settori di traffico ad esclusione di quello petrolifero che registra invece un momentaneo -46,7%, legato alla profonda trasformazione che sta subendo Porto Marghera.

Tra gennaio e maggio 2014 il settore commerciale ha fatto segnare un +3,3% e quello industriale +28,9%; nel dettaglio le rinfuse solide raggiungono i 3,1 milioni di tonnellate +10,6% (di cui +39% i cereali, +52% il carbone) e le merci varie in colli +5,3% (3,3 milioni di tonnellate).

Il segno positivo c’è anche per i container che registrano un +0,6%, in particolare pieni (+6,4%) mentre i passeggeri fanno segnare un -14,9%.
Nel solo mese di maggio 2014, il settore commerciale cresce del 20% e quello industriale del 6,6%; i container rispetto a maggio 2013 crescono del 9,1% (+18% i container pieni) ed anche il traffico ro-ro (traghetti) ha invertito la tendenza degli ultimi mesi registrando un +9,9%, tutti segnali che al netto della scomparsa dallo scalo lagunare dei traffici di greggio lasciano intravedere una ripresa e fanno registrare (petrolio escluso) una crescita complessiva su base mensile del 17,1%.





A proposito di Trasporti Nazionali e Internazionali