Il progetto si inserisce in un fitto programma di interventi per finanziare infrastrutture.




Servizi e accessori per il trasporto

Albania, 15 milioni di euro dall’Italia per il porto di Valona.

28 Aprile 2014

È stato siglato nei giorni scorsi un accordo di progetto di riabilitazione del porto di Valona in Albania.
A sottoscriverlo il Ministro albanese dei Trasporti, Edmond Haxhinasto, e l’Ambasciatore d’Italia a Tirana, Massimo Gaiani.

I lavori saranno eseguiti dalla società italiana Piacentini Costruzioni Spa, per un importo di 14,59 milioni di euro, mentre all’altra società italiana Acquatecno Srl sono stati affidati i servizi di direzione dei lavori e coordinamento della sicurezza per la riabilitazione del porto, per un importo di 669,8 mila euro.

L’iniziativa “Riabilitazione del Porto di Valona”, finanziata dalla Cooperazione italiana, mira a modernizzare il complesso portuale della città in un’ottica di sviluppo integrato della regione, per incrementare i crescenti flussi turistici e commerciali in entrata e in transito.

I lavori prevedono la realizzazione di un nuovo molo commerciale, di un nuovo molo passeggeri e dei servizi di terra per l’attracco delle navi e la movimentazione di merci e passeggeri.
Il programma di riabilitazione del porto di Valona si inserisce nel più ampio settore di intervento della Cooperazione Italiana, quello dei trasporti e delle infrastrutture che è da sempre uno dei più consistenti.

Il ministro albanese ha sottolineato la valenza dell’investimento, mentre Gaiani, evidenziando l’importanza della qualità nell’offerta del Porto, ha sottolineato che la Cooperazione italiana continuerà a finanziare progetti infrastrutturali.

L’ambasciatore ha espresso la propria soddisfazione per la sottoscrizione dei contratti, che consentirà di creare un’infrastruttura portuale in grado di offrire servizi altamente efficienti.





A proposito di Servizi e accessori per il trasporto